Header Top
Logo
Giovedì 21 Novembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Picchiati 4 ragazzi a Roma con la maglietta del cinema America: “Siete antifascisti”

colonna Sinistra
Domenica 16 giugno 2019 - 16:54

Picchiati 4 ragazzi a Roma con la maglietta del cinema America: “Siete antifascisti”

Aggressione a Trastevere alle 4 del mattino
Picchiati 4 ragazzi a Roma con la maglietta del cinema America: “Siete antifascisti”

Roma, 16 giu. (askanews) – Bottigliate, pugni, insulti e testate con minacce per far togliere a 4 ragazzi le magliette del Cinema America, arena di Trastevere recuperata da una associazione di giovani. Il fatto – secondo quanto si riferisce in una nota – è avvenuto nella notte, intorno alle 4. Ad agire sono stati – si aggiunge – “una decina di individui di circa trent’anni all’urlo di ‘Hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista, levati subito sta maglietta, te ne devi andare via da qua’”.

I quattro aggrediti – si ricorda – avevano passato la serata anche in piazza San Cosimato per seguire le proiezioni dei ragazzi del Cinema America. A denunciare il tutto è David Habib, ricoverato d’urgenza al Fatebenefratelli. Lui aveva indosso la maglietta bordeaux ora piena di sangue per via di una tumefazione e trauma con fattura scomposta alla piramide nasale. Ad un altro degli aggrediti sono stati messi tre punti sul sopracciglio destro.

“Eravamo a San Francesco a Ripa. All’inizio erano in due, hanno iniziato a insultarci – spiega David Habib – e in pochi minuti da 2 sono diventati quattro e dopo una decina. Non siamo riusciti né a scappare né a difenderci, non ci hanno lasciato liberi nemmeno di andare via. È stato un assalto pieno di violenza, che non riusciamo a comprendere, noi non abbiamo nemmeno risposto alle loro provocazioni. Io non ho acconsentito a togliere la maglietta e la conseguenza è stata una testata sul naso, che domani devo operare d’urgenza. È evidente che avessero già deciso di aggredirci. Abbiamo avuto la sensazione che ci avessero seguito da Trilussa fino a piazza San Calisto”.

Trastevere è un punto di riferimento e luogo di aggregazione per tutti, “dove molti ragazzi anche più giovani di noi passano le loro serate, anche in occasioni delle proiezioni del Cinema America. Non smetteremo di frequentare i territori di questa città liberamente e di rivendicare le nostre idee, come non smetteremo di partecipare alle proiezioni a San Cosimato e indossare la maglietta del Cinema America”, continua Habib.

Valerio Carocci, presidente dell’associazione Piccolo America spiega: “Un atto gravissimo in una città e paese allo sbando.

Dove la violenza non viene più condannata ma anzi viene difesa e sdoganata come strumento di giustizia da chi ci governa. Ci costituiremo parte civile e sosterremo le spese legali. Non smetteremo mai di indossare le nostre magliette e lanciamo un appello a tutti affinché si indossi tutti insieme una maglia bordeaux”.

David Habib, 20 anni, ex studente del Liceo Virgilio, lavora alla biglietteria del Colosseo. Da sempre è molto vicino ai ragazzi del Cinema America, “anche spesso aderendo alle loro assemblee interne e iniziative”.

Red/Nav/Int2

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su