Header Top
Logo
Martedì 23 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sequestrata mezza tonnellata di marijuana, 3 arresti

colonna Sinistra
Sabato 15 giugno 2019 - 11:41

Sequestrata mezza tonnellata di marijuana, 3 arresti

Operazione congiunta tra la Mobile di Torino e quella di Pesaro

Torino, 15 giu. (askanews) – Da Torino a Gabbicce Monte (Pesaro-Urbino) sulle tracce di un ingente carico di marijuana, da mezza tonnellata. E’ l’ultima operazione della Squadra mobile di Torino, in collaborazione con quella di Pesaro, che ha preso le mosse da un controllo di una volante nel quartiere San Salvario del capoluogo piemontese.

Lo scorso 11 giugno a Torino una volante ha fermato una Fiat 500 L, presa a noleggio, a bordo della quale erano stipati 25 kg di marijuana. In manette erano finiti Elvis Perrah, 32 anni, e Elis Velaj, 19 anni. Grazie alle tracce telefoniche lasciate dai due complici la squadra mobile di Torino è arrivata a Gabicce Monte, dove, grazie agli uomini della Mobile di Pesaro, è stato scoperto un appartamento che fungeva da deposito.

All’interno sono stati sequestrati 500 kg di marijuana e 40 g di cocaina, per un valore di mercato da circa un milione di euro. “È plausibile pensare che quando siamo arrivati siano rimasti solo 500 kg. Il carico doveva essere ancora più ingente. Anni fa proprio sulle spiagge di Pesaro e’ stato rinvenuto un carico da 1,8 tonnellate di marijuana”, ha spiegato il capo della Mobile di Torino, Marco Martino, parlando di “una grande organizzazione di albanesi”.

“Non abbiamo ancora un quadro completo. Stiamo parlando di una organizzazione che ha lesue basi in Albania e che prima si appoggiava in Puglia. Ora hanno risalito lo stivale per individuare depositi sicuri e più defilati. Gabicce è una zona tranquilla, residenziale con pochi problemi legati alla criminalità ed è per questo che stata scelta”, ha spiegato Martino.

Negli ultimi tre mesi a Torino è stata sequestrata quasi 1 tonnellata di marijuana e sono state arrestate nove persone per reati connessi allo spaccio.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su