Header Top
Logo
Giovedì 18 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • ##La Bella Estate dei Musei Reali che archiviano un anno da record

colonna Sinistra
Venerdì 14 giugno 2019 - 19:13

##La Bella Estate dei Musei Reali che archiviano un anno da record

Incontro con la direttrice del polo museale torinese Enrica Pagella
##La Bella Estate dei Musei Reali che archiviano un anno da record

Torino, 14 giu. (askanews) – I Musei Reali puntano ad attrarre turisti a Torino anche d’estate. E lanciano “La Bella estate”, un pacchetto di iniziative per avvicinare i giovani e i turisti e al complesso museale, che nel 2018 è cresciuto di più in Italia, con un +28%.

Merito delle mostre, ma non solo.

Fino al 14 luglio ai Musei Reali di Torino si può visitare “Leonardo Da Vinci: Disegnare il futuro”, una delle mostre leonardesche meno strombazzate, ma piena di pezzi forti e curiosità e l’unica con l’iconico “Autoritratto” di Leonardo; e fino al 3 novembre “I mondi di Riccardo Gualino: Collezionista e imprenditore”, con opere provenienti anche dall’ Archivio Centrale dello Stato e da diverse istituzioni.

I Musei Reali sono il Palazzo Reale, l’Armeria, la Galleria Sabauda e il Museo di Antichità, accessibili con un biglietto da 12 euro e da ieri, ogni giovedì, gratuitamente nella fascia oraria 17-19.

Enrica Pagella, direttrice dei Musei Reali,lo ha ribattezzato “Happy Hour” e prevede anche visite guidate a tema a 5 euro, con ritrovo in biglietteria alle 17,30. E’ questa una delle tante iniziative de “La Bella estate”.

“Il decreto Bonisoli ci impone 22 giornate gratuite, senza dare però molto in cambio. Per cercare di limitare le ripercussioni sulla biglietteria, abbiamo spalmato le 22 giornate in fasce orarie”, ha spiegato Pagella.

Sotto la sua gestione i Musei Reali sono passati da oltre 300mila visitatori all’anno a 515mila e incassano 1,9 milioni dalla biglietteria e dagli affitti degli spazi.

Ma c’è margine di crescita: solo il 25% dei visitatori infatti paga il biglietto, il 50% entra gratuitamente (scolaresche) e la Tessera Musei e le varie Convenzioni coprono un altro 25%.

“Stiamo pensando quindi ad un ritocco delle tariffe, ma anche ad iniziative che avvicinino i giovani, che dai 18 ai 25 anni per esempio potranno entrare al prezzo simbolico di 2 euro”, ha detto Pagella.

I Musei Reali conteranno su una giornata in più di apertura. Grazie al contributo della Compagnia di San Paolo il lunedì saranno aperti. Una scelta non di poco conto, visto che Torino è una meta che gli addetti ai lavori definiscono city break.

Tra il 13 luglio e il 28 settembre i Musei saranno aperti dalle 19,30 alle 23,30 e i visitatori potranno scoprire parti generalmente chiuse: gli appartamenti al piano terreno e le Cucine Reali.

Un’iniziativa pensata su misura per i turisti stranieri che in numero sempre maggiore scoprono Torino. “I francesi sono per noi il primo mercato”, ha osservato Pagella. Del resto i Musei Reali guardano con sempre maggior interesse oltre frontiera e non solo per attrarre i flussi turistici. “La mostra su Gualino andrà a Chambery, dove peraltro sono state fatte le vetrine che vedete qui a Torino”, ha detto Pagella.

Inoltre i Musei Reali hanno fatto da set a “The Outfit” prologo della saga “Kingsman” scritta e diretta dall’inglese Matthew Vaughn con Ralph Fiennes, Tom Hollander e Gemma Arterton. “Senza ‘The outfit’ per intenderci non avremmo potuto fare la mostra di Gualino, per questo stiamo affinando le nostre competenze nel campo del fundraising”, ha osservato la direttrice.

In occasione di lunedì 24 giugno, festa del patrono di Torino i Musei Reali saranno aperti gratuitamente. Un nuovo Bookshop e i corsi di acquerello en plein air nel fine settimana presso i Giardini Reali con degli artisti concludono il quadro di iniziative estive dei Musei Reali.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su