Header Top
Logo
Venerdì 24 Maggio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Disordini contro i rom, 65 indagati tra CasaPound e Forza Nuova

colonna Sinistra
Giovedì 16 maggio 2019 - 18:34

Disordini contro i rom, 65 indagati tra CasaPound e Forza Nuova

Anche 16 tra i collettivi di lotta per la casa e gli antagonisti
Disordini contro i rom, 65 indagati tra CasaPound e Forza Nuova

Roma, 16 mag. (askanews) – Sessantacinque persone ritenute appartenenti o vicine ai partiti di estrema destra CasaPound e Forza Nuova sono indagate dalla Procura di Roma per vari reati in relazione ai disordini scoppiati nella periferia della Capitale, a Torre Maura e Casal Bruciato, legati all’accoglienza di famiglie nomadi.

TORRE MAURA – Sono 41 gli indagati per i fatti avvenuti il 2 aprile scorso a Torre Maura, dopo il trasferimento di alcune famiglie rom in una struttura di accoglienza della zona, in via dei Codirossoni.

Le persone chiamate in causa dall’autorità giudiziaria sono tutti appartenenti o simpatizzanti di CasaPound e Forza Nuova: a loro gli inquirenti – sulla base di una informativa della Digos- contestano i reati, a vario titolo, di istigazione all’odio razziale, violenza privata, minacce, adunata sediziosa, apologia di fascismo e rapina in riferimento al pane destinato alle famiglie rom preso e calpestato durante le proteste.

CASAL BRUCIATO – Sono appartenenti a CasaPound e Forza Nuova anche 24 indagati dalla Procura per i disordini registrati tra il 6 e l’8 maggio maggio a Casal Bruciato, per il trasferimento una famiglia rom in una casa popolare in Via Sebastiano Satta: istigazione all’odio razziale, violenza privata, adunata sediziosa, apologia di fascismo e minacce, aggravate dall’odio razziale le accuse a vario titolo. Sotto accusa anche la persona che gridò “Ti stupro” alla rom assegnataria d’abitazione.

Inoltre per gli stessi fatti sono indagati per corteo non autorizzato anche 16 tra militanti dei collettivi di lotta per la casa ed antagonisti.

Le indagini sono coordinate dal procuratore aggiunto Francesco Caporale e seguite dal pm Eugenio Albamonte.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su