Header Top
Logo
Lunedì 20 Maggio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Protesta portuali Genova per possibile attracco cargo con armi

colonna Sinistra
Mercoledì 15 maggio 2019 - 17:52

Protesta portuali Genova per possibile attracco cargo con armi

Filt Cgil: pronti a impedire imbarco materiali bellici

Genova, 15 mag. (askanews) – Cresce la protesta dei lavoratori portuali genovesi contro il possibile attracco nello scalo del capoluogo ligure della nave saudita “Bahri Yanbu” carica di armi. “È reale la possibilità -affermano in una nota Enrico Poggi e Enrico Ascheri della Filt Cgil di Genova- che anche a Genova possano essere caricate armi e munizionamento militare”.

Secondo i due sindacalisti, “esiste il fondato pericolo che i porti italiani accolgano gli operatori marittimi che trasferiscono sistemi di armi e munizioni destinati a Paesi in conflitto: armi che possono essere usate, com’è già accaduto, per commettere gravi violazioni dei diritti umani e che, anche secondo i trattati internazionali firmati dal nostro Paese, non dovrebbero essere consegnate”.

“La Filt Cgil di Genova -prosegue la nota- sentiti anche i delegati delle imprese portuali appartenenti alla nostra organizzazione, invitano tutte le autorità competenti a non mettere a disposizione della nave Bahri Yanbu lo scalo di Genova o altri scali sul territorio nazionale. Riteniamo che per tale caso -sottolineano Poggi e Ascheri- debba intervenire il Ministero degli Interni per mantenere fede ai trattati internazionali sulla difesa dei diritti umani. La Filt-Cgil di Genova -conclude la nota- farà tutto il necessario per impedire l’imbarco di materiale bellico nel nostro porto”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su