Header Top
Logo
Venerdì 19 Aprile 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Grana, assessore Lombardia: ristoranti indichino la provenienza

colonna Sinistra
Sabato 13 aprile 2019 - 13:34

Grana, assessore Lombardia: ristoranti indichino la provenienza

Rolfi: "Misura necessaria per valorizzare filiera del latte"
Grana, assessore Lombardia: ristoranti indichino la provenienza

Milano, 13 apr. (askanews) – “Introdurre l’obbligo per i ristoranti di indicare la provenienza del formaggio grattugiato che viene servito”. E’ la proposta lanciata dall’assessore lombardo all’Agricoltura, Fabio Rolfi, durante il suo intervento dal palco dell’assemblea del Consorzio di Tutela del Grana Padano. Un prodotto caserario, ha aggiunto l’assessore lombardo, che rappresenta “la Dop più consumata al mondo”. Il Grana Padano “è un portabandiera della Lombardia agricola e dell’Italia all’estero” e secondo Rolfi è necessario “difendere il valore di questo prodotto anche nella ristorazione” soprattutto “per valorizzare l’intera filiera del latte”. Ecco perchè imporre ai ristoratori di indicare l’origine del formaggio grattuggiato servito a tavola serve per “tutelare i prodotti di qualità, contrastando l’utilizzo dei similari proposti come Grana padano”.

Nel 2018 state consumate 4 milioni e 932 mila forme di Grana Padano e ne sono state vendute all’estero 1 milione e 938 mila forme, in crescita del 5.44% rispetto al 2017. “Affiancheremo il Governo nella lotta all’italian sounding, pratica sleale che ruba alle nostre aziende 100 miliardi di euro all’anno”, ha detto ancora Rolfi che ha concluso: “Il Consorzio Grana Padano fa battaglie importanti sulla chiarezza e sulla sicurezza alimentare”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su