Header Top
Logo
Mercoledì 20 Marzo 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Feste per 300 anni della fondazione del porto franco di Trieste

colonna Sinistra
Sabato 16 marzo 2019 - 18:41

Feste per 300 anni della fondazione del porto franco di Trieste

Da lunedì 18 marzo sarà online un sito tematico

Roma, 16 mar. (askanews) – Lunedì 18 marzo prenderà il via un ricco palinsesto di eventi organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale per ricordare l’istituzione del Porto Franco di Trieste da parte dell’Imperatore Carlo VI, avvenuta il 18 marzo 1719. Un evento che ha mutato per sempre la storia della città, rendendola da subito punto strategico nelle relazioni commerciali tra Vecchio Continente e Oriente e attirando nel corso degli anni l’insediamento di importanti realtà economiche.

Per questo, la celebrazione dei 300 anni del Porto sarà un’occasione non solo per ricordare, ma anche per riflettere sulla natura e sulle prospettive del Porto e della stessa città di Trieste. Il palinsesto degli eventi è interprete di questa visione: non toccherà solo gli aspetti storici e culturali della ricorrenza, ma si soffermerà anche sugli elementi strategici, coinvolgendo attori economici e istituzionali. A questo nucleo tematico si aggiungono numerosi momenti di intrattenimento culturale, musicale, teatrale e attività dedicate ai più piccoli.

“Siamo felici di poter celebrare questo storico traguardo coinvolgendo tutta la cittadinanza, offrendo momenti di intrattenimento e di riflessione sulla storia del Porto e di Trieste coscienti del passato ma con uno sguardo orientato al futuro. Abbiamo coinvolto – spiega il presidente Zeno D’Agostino – importanti attori istituzionali, economici e culturali proprio per valorizzare la natura multiforme dell’impatto del Porto sul nostro territorio”.

Gli eventi saranno descritti nel sito web dedicato https://portoftrieste300.com che sarà online e quindi consultabile da tutta la cittadinanza a partire da lunedì 18 marzo. Nel sito debutterà anche il logo delle celebrazioni, creato per l’occasione dallo studio Tassinari/Vetta, che con i differenti caratteri tipografici utilizzati vuole rappresentare i plurimi caratteri della città, così come la molteplicità delle lingue che si fondono e si integrano, arricchendone la comunicazione.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su