Header Top
Logo
Giovedì 21 Marzo 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Campania: aree rurali al centro del terzo tavolo tematico

colonna Sinistra
Giovedì 14 marzo 2019 - 16:09

Campania: aree rurali al centro del terzo tavolo tematico

Verso conferenza agricola regionale in programma ad aprile

Napoli, 14 mar. (askanews) – Politiche di intervento per la vivibilità delle aree rurali: questo il tema del terzo tavolo che si è svolto in mattinata presso l’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in vista della Conferenza Agricola Regionale, in programma ad aprile. “La politica agricola regionale – ha detto Franco Alfieri, consigliere del Presidente De Luca per le politiche agricole e forestali, caccia, pesca ed aree interne – sarà decisiva per la tenuta demografica della Campania che, secondo autorevoli previsioni, registrerà, entro il 2040, un calo di un milione di abitanti. A rischio di spopolamento saranno soprattutto le aree interne, dove il fenomeno è già in atto per la ridotta vitalità economico-produttiva, che si traduce in scarse opportunità di lavoro, e la carenza di servizi ed infrastrutture per cittadini ed imprese”.

“Negli ultimi anni – continua Alfieri – abbiamo messo in campo ingenti risorse per avviare la rivitalizzazione delle aree interne. Il lavoro da fare è enorme e, soprattutto, è necessario un deciso cambio di passo. Lo sviluppo di questi territori deve tornare finalmente ad essere una priorità strategica anche su scala nazionale e, soprattutto, occorre dotarsi di strumenti più efficaci nei quali, tra l’altro, si realizzi una maggiore integrazione dei fondi europei e delle altre fonti di finanziamento. Noi, come Regione Campania, ci muoveremo in questa direzione come annunciato nel corso del tavolo di stamattina, da cui ci attendiamo validi contributi da far confluire nel documento su cui poggerà la strategia agricola regionale per i prossimi dieci anni”. Giovedì 21 marzo si terrà il tavolo dedicato al tema “Sistemi di mercato: strategia per la competitività” con la partecipazione, cosi come i precedenti, di esperti, opinion leaders, operatori del settore, rappresentanti delle organizzazioni professionali di categoria e del mondo universitario e della ricerca e dirigenti dell’assessorato.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su