Header Top
Logo
Venerdì 22 Marzo 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Birra e neve: i rifugi della Val di Peio in fermento per SnowAle

colonna Sinistra
Lunedì 18 febbraio 2019 - 15:50

Birra e neve: i rifugi della Val di Peio in fermento per SnowAle

Nei rifiugi della Skiarea Pejo3000 degustazione di birre locali
Birra e neve: i rifugi della Val di Peio in fermento per SnowAle

Milano, 18 feb. (askanews) -Meglio di una birra ghiacciata c’è una birra ghiacciata bevuta ad alta quota tra i monti innevati d ella Val di Peio. Con questo spirito, la Val di Sole ha lanciato “SnowAle-Rifugi in fermento”: una giornata dedicata agli appassionati delle migliori birre artigianali. La data da segnare sul calendario è domenica 3 marzo, nella Skiarea Pejo3000, tra le vette più alte del Trentino, nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio. Per tutta la giornata, tre rifugi, ospiteranno altrettanti birrifici trentini: Nido delle Aquile, Km8 e Birra Pejo. Obiettivo: permettere agli ospiti che saranno quel giorno sulle piste da sci di degustare i prodotti, abbinandoli con le migliori specialità locali della cucina d’alta montagna: tortel de patate, Casolét Val di Sole (formaggio inserito fra i presidi Slow Food), polenta di storo, canederli, roastbeef highlander con insalatine novelle.

Dietro ai tre birrifici scelti per l’evento ci sono altrettante storie di famiglie trentine appassionate di birra e delle materie prime locali: il Nido delle Aquile è un birrificio nel comune di Dimaro Folgarida, specializzato nella produzione di birra lager bionda ad alta fermentazione. Km8 (che deve il suo nome alla collocazione all’8° chilometro della strada provinciale 73 della Val di Non) è il microbirrificio più piccolo del Trentino. Produce birre ad alta fermentazione, alcune a carattere stagionale, rigorosamente non filtrate e non pastorizzate, con ingredienti del territorio e della montagna trentina, come le birre alla frutta e ai fiori di sambuco. In alcune loro birre utilizzano poi il luppolo coltivato in Val di Non. Sono infine rifermentate in bottiglia le cinque birre del birrificio artigianale Pejo. Tutte sono prodotte partendo dalla rinomata acqua delle sorgenti di Peio (noto centro termale), valorizzata da malti e luppoli di qualità.

Nei tre rifugi, gli ospiti troveranno anche l’animazione assicurata dall’RDS Play on tour winter edition: intrattenimento, musica e giochi con la presenza sul campo dei conduttori di RDS che regaleranno ore di grande coinvolgimento e interazione in ognuna delle tappe del tour. E musica, birre e buon cibo, una volta terminata la giornata sugli sci, si trasferiranno a fondo valle per l’immancabile Après ski al Virgin Locanda&Pizza di Cogolo. Volutamente abbordabili i prezzi dello SnowAle: per permettere di degustare tutti i prodotti e le birre proposte, è possibile acquistare un voucher da 20 euro che dà diritto a tre degustazioni di birre artigianali abbinate agli assaggi dei prodotti nel menu dei tre rifugi. È anche previsto un biglietto da 40 euro che, insieme al buono SnowAle, include una escursione con guida e noleggio ciaspole più una risalita sulla cabinovia Tarlenta. Oppure, con 45 euro, oltre al buono degustazione, è incluso anche lo skipass giornaliero.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Pejo Funivie, Consorzio Turistico Pejo 3000, Strada della Mela.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su