Header Top
Logo
Mercoledì 16 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Eusalp 2019, violini di Cremona aprono presidenza italiana

colonna Sinistra
Mercoledì 13 febbraio 2019 - 10:47

Eusalp 2019, violini di Cremona aprono presidenza italiana

Patrimonio dell'Unesco

Roma, 13 feb. (askanews) – Toccherà alla liuteria cremonese, patrimonio immateriale dell’umanità Unesco con il violino firmato da Giuseppe Guarneri “del Gesù” detto ‘Principe Doria’ (1734) , aprire la presidenza Italiana e Lombarda di Eusalp la Strategia Macroregionale Alpina prevista. Il prezioso strumento nelle mani del maestro Marco Bronzi sarà infatti uno dei protagonisti del Kick Off politico previsto a Milano, a palazzo Lombardia il 28 febbraio e il 1 marzo 2019. Un incontro a cui parteciperanno gli esponenti dei sette governi e delle 48 regioni europee che aderiscano alla Macroregione riconosciuta dalla Commissione Europea.

Il violino Principe Doria è ritenuto uno dei migliori violini da concerto di Guarneri “del Gesù”. Considerati i robusti spessori delle tavole, è possibile che la sua fama dipenda dal fatto di non aver subito nel corso del tempo, diversamente da altri strumenti antichi, interventi di riduzione e redistribuzione degli spessori. L’interno del fondo riporta infatti tracce originali della pialla a denti utilizzata da “del Gesù”.

L’operazione è resa possibile dalla grande disponibilità dal comune di Cremona, dalla Fondazione Museo del violino “friends of Stradivari”.

L’esibizione ha un alto valore, oltre che estetico e musicale, anche simbolico. Infatti l’arte liutaria rappresenta bene il saper fare dell’artigiano lombardo, il legno, con cui è costruito il violino antico, è il simbolo delle foreste della val di Fiemme in Trentino e del Cadore. E il programma della performance sarà incentrato sulle musiche di Nicolo Paganini: il grande compositore genovese che ha portato il nome del capoluogo ligure in tutto il mondo e nella storia della musica e della liuteria. Ecco così che vengono rappresentate molte delle regioni italiane che fanno parte di Eusalp: Lombardia, Liguira, Trentino e Veneto. Non solo. Ci sarà anche un omaggio alla Germania e alla Francia, stati membri di Eusalp, con composizioni di Johann Sebastian Bach e di Jules Massenet. Nella scaletta anche pezzi di Giuseppe Verdi , il musicista italiano per antonomasia, e di Edward Elgar.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su