Header Top
Logo
Lunedì 18 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Consiglio d’Europa: peggiorata la libertà di stampa in Italia con l’attuale governo

colonna Sinistra
Martedì 12 febbraio 2019 - 19:25

Consiglio d’Europa: peggiorata la libertà di stampa in Italia con l’attuale governo

Rapporto
Consiglio d’Europa: peggiorata la libertà di stampa in Italia con l’attuale governo

Bruxelles, 12 feb. (askanews) – La “Piattaforma per la sicurezza dei giornalisti” ha presentato oggi a Strasburgo al Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland, il rapporto “Democrazia in pericolo: minacce e attacchi alla libertà di stampa in Europa”. Il rapporto, che esamina lo stato della libertà dei media in Europa, sulla base di 140 gravi violazioni segnalate alla Piattaforma nel 2018, conclude che la situazione sta peggiorando nel Continente, e in particolare in Italia, dove le accuse riportate investono anche i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini e “la retorica” dei partiti della maggioranza di governo. “L’Italia è tra i paesi con il maggior numero di allerta pubblicate sulla piattaforma nel 2018. Tredici allarmi sono stati focalizzati sull’Italia, lo stesso numero che nella Federazione Russa”, si legge nel capitolo dedicato all’Italia.

“Questa cifra – continua il rapporto – mostra come la libertà di stampa abbia subito un chiaro deterioramento in Italia nel 2018: il numero di violazioni segnalate alla Piattaforma è più che triplicato rispetto al 2017. L’Italia è anche lo Stato membro dell’Ue con il più alto numero di minacce in corso (‘attive, ndr) sulla Piattaforma, per un totale di 19. Dal mese di giugno 2017 – si nota nel testo -, le autorità italiane non hanno risposto a nessuna delle allerta pubblicate sulla Piattaforma”.

“La maggior parte degli allarmi registrati nel 2018 – si nota ancora nel capitolo sull’Italia – sono stati inviati dopo l’installazione ufficiale del nuovo governo di coalizione, il 1° giugno. I due vicepremier del governo, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, – accusa il rapporto – regolarmente esprimono attraverso i social media una retorica particolarmente ostile a media e giornalisti”.

“Tra l’altro – sottolinea il rapporto -, il vicepremier Salvini ha minacciato di togliere la protezione della polizia per il giornalista investigativo Roberto Saviano, a dispetto delle note minacce alla sua vita da parte delle organizzazioni criminali”. Inoltre, “il vicepremier Di Maio ha insultato i giornalisti e avviato una politica di abolizione dei sussidi pubblici alla stampa”. “Secondo il sindacato italiano dei giornalisti – riferisce la Piattaforma – i professionisti dei media ora affrontano una nuova minaccia nel Paese: un rischio costante di violenza alimentato dalla retorica ostile dei membri del governo e dei partiti della coalizione di maggioranza”.

“La crescente violenza contro i giornalisti in Italia – continua il rapporto – è particolarmente preoccupante. La mafia e il crimine organizzato rimangono una delle maggiori minacce per i giornalisti. Nel 2018, la piattaforma ha registrato tre casi di giornalisti che affrontano minacce di morte, e include una serie di allarmi attivi per attacchi e violenze contro i giornalisti”.

Il capitolo sull’Italia si conclude ricordando che “ventuno giornalisti italiani minacciati dalla mafia vivono in modo permanente sotto protezione della polizia. Inoltre, diversi giornalisti sono stati intimiditi e attaccati da membri di gruppi neofascisti”.

Secondo il rapporto, in tutta l’Europa il numero di attacchi contro i giornalisti è aumentato costantemente. Il numero di minacce segnalate, che arrivano fino alle minacce di morte, è raddoppiato lo scorso anno e non sono stati compiuti progressi in una serie di casi di impunità di lunga data per le uccisioni di giornalisti. Inoltre, in diverse parti d’Europa i giornalisti continuano a essere arbitrariamente detenuti mentre una serie di nuove iniziative legislative hanno indebolito la libertà dei media, conclude la Piattaforma per la sicurezza dei giornalisti.

Loc/Int2

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su