Header Top
Logo
Lunedì 18 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Perché sarebbe catastrofe se metà degli insetti sparisse (come si rischia)

colonna Sinistra
Lunedì 11 febbraio 2019 - 21:02

Perché sarebbe catastrofe se metà degli insetti sparisse (come si rischia)

Responsabili pesticidi e cambiamento climatico, conseguenze a catena
Perché sarebbe catastrofe se metà degli insetti sparisse (come si rischia)

Roma, 11 feb. (askanews) – Sarebbe un “collasso catastrofico” degli ambienti naturali se quasi la metà delle specie di insetti viventi, in rapido declino in tutto il mondo, si estinguesse davvero: l’allarme arriva dall’università di Sidney che mette a confronto i risultati di 73 diversi studi.

“La conclusione è chiara: se non cambiamo il modo in cui produciamo il nostro cibo, gli insetti inizieranno ad estinguersi entro pochi decenni… Già oggi un terzo delle specie è minacciato di estinzione” dice il rapporto.

“La percentuale di specie di insetti in declino (41%) è due volte superiore a quella dei vertebrati e il tasso di estinzione delle specie locali (10%) è otto volte più alto” dice il testo che ricorda come gli insetti sono “di vitale importanza per gli ecosistemi planetari”: “Un evento del genere non può essere ignorato e dovrebbe spingere ad agire per evitare un crollo catastrofico” dicono gli autori della ricerca pubblicata sulla rivista Biological Conservation. La scomparsa degli insetti innescherebbe – aggiungono gli autori – conseguenze a catena, colpendo intanto per prima cosa gli uccelli che se ne cibano.

Sotto accusa è l’uso massiccio e sistematico di pesticidi sintetici nell’agricoltura ma lo studio evidenza anche l’importanza di altri fattori, dovuti al al cambiamento climatico.

Orm/Mau

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su