Header Top
Logo
Sabato 16 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Napoli: ispettori e Nas al San Giovanni Bosco. Verdi: pulizia totale

colonna Sinistra
Giovedì 10 gennaio 2019 - 19:04

Napoli: ispettori e Nas al San Giovanni Bosco. Verdi: pulizia totale

Domani in programma Question Time

Roma, 10 gen. (askanews) – “Riteniamo un’ottima notizia l’arrivo degli ispettori del ministero della Sanità e dei Nas all’ospedale San Giovanni Bosco, è il momento di fare una pulizia totale all’interno e all’esterno della struttura”. Così il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli, che nei giorni scorsi è stato ascoltato dai Nas sul caso. “Ben vengano i controlli. Dopo l’istituzione della commissione d’indagine da parte della Asl Napoli 1, anche gli ispettori del ministero sono al lavoro per fare luce sulla vicenda. Occorre massima attenzione per accertare la genesi del fenomeno e le eventuali responsabilità. Qualora siano individuate delle negligenze, chiediamo che si agisca con la massima severità. Chi non fa bene il proprio lavoro, danneggiando i pazienti, deve essere punito. Per fare piena chiarezza sulla vicenda e sulle condizioni del San Giovanni Bosco, abbiamo preparato una serie di interrogazioni per il Question Time di domani”.

“Per restituire piena dignità all’ospedale – prosegue Borrelli – occorre una profonda opera di riqualificazione. Auspichiamo che vengano sbloccati al più presto i fondi per la ristrutturazione. Bisogna intervenire anche per debellare i fenomeni di illegalità che vengono perpetrati all’interno e all’esterno della struttura. Chiediamo da tempo l’istituzione di un presidio di polizia che possa ripulire lo spiazzo esterno dalla presenza dei parcheggiatori abusivi, spesso legati alle organizzazioni malavitose della zona”. “Auspichiamo inoltre – conclude Borrelli – che si indica al più presto una nuova gara d’appalto per il servizio di pulizia, sollevando dall’incarico l’attuale azienda appaltatrice che opera in regime di prorogatio da circa quindici anni”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su