Header Top
Logo
Martedì 19 Novembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • “L’Italia non merita la procedura d’infrazione”. Lo dice Conte

colonna Sinistra
Venerdì 14 dicembre 2018 - 21:37

“L’Italia non merita la procedura d’infrazione”. Lo dice Conte

Secondo il premier "serve un cambio di prospettiva positivo per tutti"
“L’Italia non merita la procedura d’infrazione”. Lo dice Conte

Roma, 14 dic. (askanews) – “Per il senso di responsabilità e serietà con cui questa manovra è stata scritta” l’Italia “non merita” una procedura di infrazione. Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, rientrato oggi da Bruxelles. Le misure della manovra, assicura il premier, sono state studiate “pensando al bene del Paese, al suo sviluppo e alla sua stabilità non solo economica, ma anche sociale”.

Secondo Conte, “abbiamo tenuto fede a ciò che avevamo promesso. Le risorse per abbassare il deficit ci sono e continuiamo a pensare che la crescita è ciò di cui il nostro Paese ha bisogno, attraverso le misure validanti della nostra manovra”.

“In questi giorni – aggiunge il premier – abbiamo avuto modo di presentare ai nostri interlocutori anche due piani fondamentali che rappresentano altrettante priorità per il governo che presiedo.

Il primo riguarda la sicurezza del territorio e la prevenzione dei rischi derivanti dal dissesto idro-geologico, il secondo la riduzione dei tempi della giustizia civile e penale. Su questi progetti abbiamo chiesto margini di flessibilità in modo da sottrarre i relativi investimenti al calcolo del deficit. Sono riforme cruciali che i cittadini si aspettano da tempo e che ora è il momento di realizzare”.

“Siamo consapevoli che questa interlocuzione” con l’Ue sulla manovra, scrive ancora Conte, “implica uno sforzo da entrambe le parti, che può e deve produrre un cambio di prospettiva positivo per tutti. Stiamo lavorando proprio con questo obiettivo: rilancio dell’economia, equilibrio nei conti e rispetto degli impegni presi”.

Afe/Mau

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su