Header Top
Logo
Martedì 18 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Tragedia in discoteca, muoiono cinque ragazzi e una mamma

colonna Sinistra
Sabato 8 dicembre 2018 - 16:58

Tragedia in discoteca, muoiono cinque ragazzi e una mamma

Spray urticante e troppi biglietti venduti. Salvini: trovare i responsabili
Tragedia in discoteca, muoiono cinque ragazzi e una mamma

Roma, 8 dic. (askanews) – Tragedia in discoteca, nell’entroterra di Ancona. Forse per uno spray al peperoncino, secondo alcune testimonianze, e si è scatenato il panico in una discoteca a Corinaldo. Nel fuggi fuggi generale, anche perché il locale, il Lanterna Azzurra, era forse sovraffollato, una balaustra ha ceduto. Il bilancio è di sei morti, cinque ragazzini (due ragazzi e tre ragazze) arrivati per assistere al concerto del rapper Sfera Ebbasta, e una mamma che accompagnava la figlia. Una settantina i feriti, alcuni dei quali ancora gravi.

Le cause della strage sono da accertare e le indagini sono ancora in corso. Le prime testimonianze parlano dell’uso di uno spray urticante che avrebbe scatenato il panico e, quindi, la tragedia. Altri testimoni riferiscono di alcune uscite di sicurezza che sarebbero rimaste chiuse. Inoltre, dai primi accertamenti sarebbe emerso che sarebbero stati venduti più biglietti di quanti il locale potesse contenerne.

“Dai primi accertamenti abbiamo verificato che sono stati venduti dalla discoteca più biglietti di quanti il locale potesse contenere”, ha detto il comandante provinciale dei carabinieri Cristian Carrozza parlando, secondo quanto riporta Il Corriere Adriatico.

“I biglietti venduti sono circa 1.400 a fronte di una capienza di 870 persone circa”, ha detto il procuratore capo della Repubblica di Ancona Monica Garulli che ha effettuato un sopralluogo alla discoteca, in località Madonna del Piano, secondo quanto riporta Il Messaggero. Per il procuratore capo i sistemi di sicurezza non avrebbero funzionato.

Forte il cordoglio delle istituzioni a cominciare dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “È una tragedia che lascia impietriti. Il pensiero è di vicinanza e solidarietà alle famiglie delle giovanissime vittime, al loro dolore lacerante e alle condizioni dei tanti feriti con l’augurio di pronta guarigione. Si dovrà fare piena luce sull’accaduto, accertando responsabilità e negligenze”.

A chiedere l’accertamento dei fatti anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini, il primo ad esprimere il suo cordoglio. “E un impegno: trovare i responsabili di queste sei vite spezzate, chi per cattiveria, stupidità o avidità ha trasformato una serata di festa in una tragedia”, ha scritto in un post su Facebook. E per il premier Giuseppe Conte, in un post su Facebook “numerose le domande in ordine alla responsabilità di questa tragedia, al rispetto delle norme di sicurezza, che dovranno trovare una risposta chiara, celere e univoca. Lo pretendiamo”.

“Sono profondamente addolorato per quello che è successo ieri sera a Corinaldo. È difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragediè. Così, su Instagram, il trapper Sfera Ebbasta che avrebbe dovuto tenere il concerto.

Red-Rcc

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su