Header Top
Logo
Sabato 23 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Colletta Alimentare: in Lombardia debuttano le donazioni on line

colonna Sinistra
Giovedì 22 novembre 2018 - 13:27

Colletta Alimentare: in Lombardia debuttano le donazioni on line

Circa 39 mila i volontari lombardi, c'è anche Protezione Civile
Colletta Alimentare: in Lombardia debuttano le donazioni on line

Milano, 22 nov. (askanews) – Tra Alpini, Croce Rossa e centinaia di altre associazioni, saranno circa 39 mila i volontari lombardi impegnati sabato prossimo, 24 novembre, nei quasi 1.900 punti vendita della Regione per la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. La principale novità dell’edizione di quest’anno è che per la prima volta “sarà possibile donare online una spesa sui siti dei punti vendita aderenti”. Lo ha annunciato l’assessore regionale alle politiche sociali Stefano Bolognini che parteciperà alla Colletta presentandosi in due supermercati di Milano: alle 10 del mattino al Carrefour di Piazzale Siena e a mezzogiorno all’Esselunga viale Washington.

All’iniziativa, giunta alla 22esima edizione, aderiranno per la prima volta i volontari della protezione civile. “Sono centinaia di migliaia le persone che hanno bisogno di assistenza e che rischiano di scivolare nella cronicità – ha spiegato l’assessore -.Cittadini che siamo impegnati a sostenere con aiuti concreti. Per questo col Banco camminiamo nella stessa direzione”. Solo in Lombardia il Banco Alimentare distribuisce ogni giorno l’equivalente di 102.500 pasti ad oltre 209 mila bisognosi attraverso una rete di 1.247 strutture caritative che soltanto nel 2017, anche grazie alle donazioni di 1,4 milioni di persone, hanno recuperato oltre 2 mila tonnellate di alimenti, dato che corrisponde al 25% del totale italiano. Dati che dimostrano “la forte sensibilità dei lombardi”, ha detto ancora Bolognini snocciolando cifre: “I dati sulla povertà alimentare sono preoccupanti soprattutto nei grandi centri urbanizzati. Secondo l’osservatorio del Banco Alimentare della Lombardia infatti 1 povero su 2 è italiano, 1 su 4 risiede a Milano e 1 su 3 è un minore. Particolarmente rilevante è anche il numero di famiglie con più di 3 bambini che versano in uno stato di povertà assoluta”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su