Header Top
Logo
Giovedì 15 Novembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Maltempo in Veneto: installazione ripetitore e distribuzione radio

colonna Sinistra
Venerdì 9 novembre 2018 - 14:51

Maltempo in Veneto: installazione ripetitore e distribuzione radio

Nel territorio bellunese

Venezia, 9 nov. (askanews) – In questi giorni la Direzione ICT e Agenda Digitale della Regione del Veneto è intervenuta sul territorio bellunese installando un ripetitore radio presso il Comune di Taibon Agordino e distribuendo radio portatili alle famiglie della frazione di Col di Pra che permetteranno a quest’ultime di non rimanere isolate o di lasciare la propria abitazione essendo così raggiungibili. Inoltre, sono state consegnate delle radio portatili al sindaco, all’ufficio tecnico e al COC di Taibon Agordino ed alla pattuglia di militari a presidio della strada di accesso per garantire comunicazioni immediate di richieste di soccorso, nonché di allerta. “Aver deciso di investire negli scorsi anni per mantenere e rinnovare un’infrastruttura radio nella nostra regione in grado di gestire le emergenze, si è rivelata una scelta strategica, che continueremo a fare anche nei prossimi anni”, commenta il Vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin sottolineando l’importanza che queste dotazioni hanno avuto per le famiglie, evitando così l’ordinanza di sgombero. Tale intervento si inserisce in un contesto più ampio che ha visto garantire la costante disponibilità delle comunicazioni radio per le reti dell’emergenza SUEM 118 e dell’antincendi boschivi, anche quando le reti GSM e di telefonia fissa erano fuori uso. Ciò ha comportato l’impiego di squadre specializzate per il mantenimento in funzione dei 16 siti ove sono installate le apparecchiature radio regionali dislocati nel territorio bellunese. A causa degli smottamenti, delle frane e degli alberi a terra molti dei siti non erano raggiungibili ma, grazie alla collaborazione della Protezione Civile e del Soccorso Alpino, sono stati utilizzati gli elicotteri per il trasporto di generatori, batterie e personale tecnico. Sono stati più di 20 i voli necessari per ripristinare i siti ove non era più presente l’energia elettrica.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su