Header Top
Logo
Lunedì 15 Ottobre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Genova, sfollati giovedì o venerdì in casa per prendere beni

colonna Sinistra
Sabato 13 ottobre 2018 - 19:00

Genova, sfollati giovedì o venerdì in casa per prendere beni

Ma dipenderà dalle condizioni tecniche di sicurezza
Genova, sfollati giovedì o venerdì in casa per prendere beni

Roma, 13 ott. (askanews) – Se tutto va bene, se le condizioni di sicurezza ci saranno, gli sfollati del Ponte Morandi a genova potranno tornare a riprendersi i propri beni giovedi o venerdì prossimi, dopo due mesi dal crollo che ha spezzato in due la Valpolcevera. Lo ha detto agli sfollati in un’assemblea pubblica il sindaco e commissario straordinario per la ricostruzione di Genova Marco Bucci. Il comitato degli sfollati ha aperto la manifestazione “Riprendiamoci Genova”, con organizzazioni e e cittadini, laicamente uniti sotto il simbolo della città, la croce di San Giorgio. Poi gli sfollati hanno incontrato a Palazzo ducale il sindaco che ha spiegato le tappe “flessibili” del recupero.

Ogni famiglia avrà sarà accompagnata da tre vigili del fuoco, per recuperare gli oggetti e ci sarà anche un carrello mobile, due ore di tempo a testa e 50 scatoloni ma anche questo è un criterio flessibile. Si partirà dagli sfollati nell’area più esterna alla zona rossa poi – condizioni di sicurezza permettendo – si passerà alle case più vicine.

“Giovedì o venerdi prossimi, il 18 o il 19 ottobre, ci saranno i primi ingressi se lo permettono le condizioni meteo e i rilievi tecnici di sicurezza, i criteri saranno flessibili per venire incontro alle varie esigenze”, ha spiegato il sindaco. “I primi potranno rientrare il 18 o il 19 ottobre, si aspetta il via della commissione tecnica, si parte da quelli più alla periferia poi a ridosso, e nei limiti del possibile cercheremo di accontentare le richieste degli sfollati”, ha ribadito Bucci, spiegando: “Facciamo il primo turno degli ingressi poi con il comitato vedremo se fare un piano per un secondo turno e così via, non lo posso garantire ora, lo sapremo via via in base ai rilievi tecnici”.

Poi “quando non sarete più propietari delle case, cosa che mi auguro il più presto possibile, entro fine anno o al massimo a gennaio-febbraio, vi daremo la possibilità di poter fare un trasloco”, ma solo “se le condizioni di sicurezza lo concedono”, ha sottolineato Bucci, spiegando: “Se vediamo che nei monitoraggi il ponte rimane stabile c’è anche questa possibilità ma non è una certezza lo fermo se si potrà fare”.

Dopo aver incontrato gli sfollati il sindaco si è recato ad un’importante inaugurazione: questa sera dalle 19 è riaperta via 30 giugno a doppio senso di marcia. E “la Valpolcevera torna così ad avere un collegamento diretto con il resto della città. Un altro passo verso il ritorno alla normalità, un altro obiettivo raggiunto grazie alla collaborazione tra enti e istituzioni”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su