Header Top
Logo
Sabato 20 Ottobre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Area B a Milano, Comune lancia gara per acquisto di 73 telecamere

colonna Sinistra
Sabato 13 ottobre 2018 - 12:53

Area B a Milano, Comune lancia gara per acquisto di 73 telecamere

L'assessore Granelli: "Misura necessaria per abbattere smog"
Area B a Milano, Comune lancia gara per acquisto di 73 telecamere

Milano, 13 ott. (askanews) – Il Comune di Milano ha dato il via libera alla gara per l’acquisto del secondo lotto di telecamere per il controllo dei varchi di accesso alla cosiddetta Area B, la zona a traffico limitato a bassa emissione che sarà chiusa ai veicoli più inquinanti a partire dal prossimo gennaio 2019, quando sarà vietato l’ingresso ai veicoli benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2, 3 e progressivamente, fino al 2030, a tutti i veicoli diesel.

Area B, in totale 129 chilometri quadrati ovvero il 72% dell’intero territorio comunale, sarà controllata da 185 varchi elettronici che ne presidieranno le vie di accesso. Le linee guida del bando di gara approvate in questi giorni consentiranno di acquistare 73 di queste telecamere che verranno poi collocate tra aprile e dicembre 2019. Il primi 16 impianti sono già posizionati e saranno attivati con l’avvio di Area B. Saranno uniti in un unico lotto il terzo e quarto gruppo, consistente di 96 telecamere che verranno collocate successivamente, sempre tra il 2019 e il 2020.

Per l’acquisto dei 73 impianti in grado di selezionare i veicoli ad accesso consentito il Comune di Milano ha stanziato 3.004.372 euro che comprendono anche la collocazione e la messa in opera.

“Anche quest’anno sono più di 35 i giorni in cui a Milano sono stati superati i limiti delle polveri nocive nell’aria – spiega Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente di Palazzo Marino -. L’aria che respiriamo è fondamentale e benché le polveri sottili siano già in calo da alcuni anni vogliamo abbatterle drasticamente. Per questo procediamo rapidamente affinché Area B possa entrare in vigore. Era necessario un sistema di regole efficace per vietare la circolazione ai veicoli più inquinanti, lo abbiamo affiancato a incentivi economici, 7 milioni di euro per il ricambio del parco veicoli circolante delle imprese, e di deroghe, per consentire a tutti il passaggio a classi di veicoli che inquinano meno”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su