Header Top
Logo
Sabato 22 Settembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Polmoniti Lombardia, Iss: escluso acqua contaminata da legionella

colonna Sinistra
Venerdì 14 settembre 2018 - 19:37

Polmoniti Lombardia, Iss: escluso acqua contaminata da legionella

Inchiesta epidemiologica si concentra su insediamenti industriali

Roma, 14 set. (askanews) – Proseguono le indagini epidemiologiche dell’Istituto Superiore di Sanità dopo i casi di polmonite registrati in numerosi Comuni delle Provincie di Brescia e di Mantova a partire dall’inizio di settembre 2018. L’inchiesta epidemiologica e microbiologica di tutti i casi è ancora in corso – riferisce il portale Epicentro a cura dell’Iss – ed è finalizzata a trovare un’eventuale esposizione comune quale: frequentazione di ambienti, sia lavorativi che di svago o attività commerciali, partecipazioni ad eventi pubblici o altro. Sono inoltre in corso azioni specifiche per identificare la fonte e i metodi di trasmissione del batterio. Poiché la diagnosi di legionellosi è stata confermata principalmente nella giornata del 10 settembre (fino alla mattina i casi confermati erano solo 2), l’indagine epidemiologica è ora orientata verso un cluster di legionellosi. Dopo aver controllato la rete di distribuzione dell’acqua potabile è stata esclusa la possibilità di possibili collegamenti tra i diversi Comuni coinvolti. Sono comunque stati effettuati campionamenti alla rete idrica (più di 50 punti campionati) e presso le abitazione dei soggetti con diagnosi di legionellosi. Ora il campionamento per la ricerca del batterio Legionella pneumophila si concentra sulle torri di raffreddamento degli insediamenti industriali della zona. Tutti i Comuni interessati sono situati vicino al fiume Chiese.

I dati disponibili al 10 settembre mostrano 235 accessi al Pronto Soccorso (il maggior numero registrati il 6 e il 7 settembre), 196 persone attualmente ospedalizzate, 12 persone che hanno rifiutato il ricovero ospedaliero, 2 decessi (di cui 1 con diagnosi confermata di legionellosi), 12 casi di legionellosi confermata, 9 casi ospedalizzati in unità di terapia intensiva Nove i Comuni maggiormente colpiti, con almeno 5 casi ciascuno. I soggetti coinvolti sono principalmente maschi (circa il 70%), prevalentemente anziani o persone con condizioni di immunosoppressione e/o con fattori di rischio (come l’abitudine al fumo). (Segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su