Header Top
Logo
Mercoledì 24 Ottobre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Il Vaticano contro la “mano invisibile” di Adam Smith

colonna Sinistra
Giovedì 17 maggio 2018 - 11:10

Il Vaticano contro la “mano invisibile” di Adam Smith

"Il mercato non è in grado di regolarsi da sé"
Il Vaticano contro la “mano invisibile” di Adam Smith

Città del Vaticano, 17 mag. (askanews) – Il Vaticano critica il fondamento del liberismo di Adam Smith. “In linea di principio, tutte le dotazioni ed i mezzi di cui si avvalgono i mercati per potenziare la loro capacità allocativa, purché non rivolti contro la dignità della persona e non indifferenti al bene comune, sono moralmente ammissibili”, scrivono la congregazione per la Dottrina della fede e il dicastero per lo Sviluppo umano integrale nel documento “Oeconomicae et pecuniariae quaestiones” pubblicato oggi.

“Tuttavia è altresì evidente che quel potente propulsore dell’economia che sono i mercati non è in grado di regolarsi da sé: infatti essi non sanno né produrre quei presupposti che ne consentono il regolare svolgimento (coesione sociale, onestà, fiducia, sicurezza, leggi…), né correggere quegli effetti e quelle esternalità che risultano nocivi alla società umana (disuguaglianze, asimmetrie, degrado ambientale, insicurezza sociale, frodi…)”.

Nel documento si legge ancora che il benessere non si misura con il Pil: “Il benessere va perciò valutato con criteri ben più ampi della produzione interna lorda di un Paese (PIL), tenendo invece conto anche di altri parametri, quali ad esempio la sicurezza, la salute, la crescita del ‘capitale umano’, la qualità della vita sociale e del lavoro”. “E il profitto va sempre perseguito ma mai ‘ad ogni costo’, né come referente totalizzante dell’azione economica”.

Ska/int9

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su