Header Top
Logo
Domenica 27 Maggio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Arresto commercialista romano: sigilli a auto e orologi di lusso

colonna Sinistra
Mercoledì 16 maggio 2018 - 11:23

Arresto commercialista romano: sigilli a auto e orologi di lusso

Ai domiciliari l'imprenditore lombardo Massimo Caruso

Milano, 16 mag. (askanews) – Più di 100 conti correnti, 21 immobili, 10 terreni agricoli e 5 autovetture di lusso, tra cui una Lamborghini Huracan ed una Mercedes classe G63. E ancora, una collezione di orologi di lusso marca Rolex, Patek Philippe e Audermas Piguet, per un valore complessivo di oltre 400 mila euro. Sono i beni che la sezione di polizia giudiziaria della Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato al commercialista romano Gian Luca Appolloni: il professionista, già coinvolto nello scandalo dei cosiddetti “Panama Papers” è finito in carcere nel 2013 su richiesta dei pm di Bologna, è stato arrestato ieri nell’ambito dell’inchiesta condotta dal pm di Milano Stefano Civardi. Insieme a lui, è finito agli arresti domiciliari anche l’imprenditore lombardo Massimo Caruso, titolare della Sogetras, società di trasporto valori e corrispondenza di Peschiera Borromeo, comune alle porte del capoluogo lombardo, fallita l’anno scorso. Le accuse contestate a vario titolo sono bancarotta fraudolenta, indebita compensazione e autoriciclaggio.

Nell’ottobre scorso, l’inchiesta milanese aveva già portato a 5 arresti eseguiti per associazione a delinquere finalizzata ai reati di bancarotta fraudolenta, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e omesso versamento dell’Iva. Dai successivi accertamenti è emerso un aggravamento del dissesto di una delle società fallite, debitrice nei confronti dell’erario per circa 9 milioni di euro che sarebbero stati indebitamente compensati attraverso fittizi crediti d’imposta.

(segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su