Header Top
Logo
Mercoledì 21 Agosto 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sabotaggio adunata alpini, ripristinata tratta ferrovia Brennero

colonna Sinistra
Venerdì 11 maggio 2018 - 16:16

Sabotaggio adunata alpini, ripristinata tratta ferrovia Brennero

Incendiate 2 centraline elettriche e sospetta manomissione scambi

Roma, 11 mag. (askanews) – Dopo i sospetti sabotaggi contro l’Adunata nazionale degli alpini a Trento, in anticipo rispetto alle previsioni iniziali, è stata ripristinata la tratta tra Mezzocorona e Trento della Ferrovia del Brennero e la linea ha ripreso il normale traffico ferroviario. Lo rende noto la provincia di Trento, segnalando però che “qualche problema si segnala lungo la Ferrovia della Valsugana dopo la scoperta di una presunta manomissione del sistema di scambi all’altezza della stazione di Caldonazzo”. La percorrenza lungo la ferrovia Valsugana risulta regolare, con qualche lieve ritardo quantificabile nell’ordine di 10 minuti.

La 91esima Adunata nazionale degli alpini è stata nei giorni scorsi oggetto di tensioni e proteste da parte di collettivi studenteschi, anarchici e centri sociali. Poco dopo le tre e mezzo di questa mattina, le linee ferroviarie della Valsugana e del Brennero sono state oggetto di due atti di sabotaggio, sui quali sono già in corso le indagini della Digos.

In particolare, nella galleria Albi di Civezzano della ferrovia della Valsugana, ignoti hanno manomesso i sensori paramassii mentre nel tratto all’altezza di Lavis della linea del Brennero è stato compromesso, probabilmente con liquido infiammabile, il pozzetto che ospita le apparecchiature di monitoraggio della distanza tra i convogli. I sistemi di sicurezza delle linee ferroviarie hanno segnalato le due anomalie e immediatamente sono scattate le procedure di emergenza. Dopo i due presunti atti di sabotaggio, la linea del Brennero è stata ridotta ad un solo binario nel tratto tra le stazioni di Mezzocorona e Trento, così come il traffico ferroviario e stato ridotto – considerato che la linea non ha subito danni diretti – lungo la Valsugana. Il traffico ferroviario – sottolinea la provincia – non è mai rimasto bloccato.

“L’emergenza – ha spiegato il dirigente generale della Protezione civile del Trentino, Stefano De Vigili – è stata affrontata in tempi e modalità ottimali, così da ridurre al minimo gli eventuali disagi e mettere in sicurezza la linea e i passeggeri. Questo conferma la validità del piano messo in atto per l’Adunata degli Alpini”.(Segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su