Header Top
Logo
Martedì 25 Settembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Per la prima volta La Scala porta vino e musica a Vinitaly

colonna Sinistra
Martedì 17 aprile 2018 - 11:28

Per la prima volta La Scala porta vino e musica a Vinitaly

Ensemble strumentale scaligero a evento del Comitato Grandi Cru
Per la prima volta La Scala porta vino e musica a Vinitaly

Roma, 17 apr. (askanews) – Tignanello è La Traviata, Mormoreto è l’Eroica, Turriga è Boléro, I Sodi di San Niccolò è L’elisir d’amore, Ornellaia è La Bohème, Sassicaia è Le Creature di Prometeo, Amarone Bertani è The Days of Wine and Roses, Annamaria Clementi è Concerti brandeburghesi, Ben Ryé è A Night in Tunisia, Chardonnay Cuvée Bois è Eine Alpensinfonie, Sossò è Il Trillo del Diavolo, Kurni è la Pastorale, Sauvignon Sanct Valentin è My Baby Just Cares For Me, Barolo Pianpolvere Soprano Bussia è Il barbiere di Siviglia, Rosso del Conte è Countin’ the blues, Oreno è La Moldava, San Leonardo è Riverside Blues.

Per la prima volta in occasione di Vinitaly, i sensi del vino e della musica sono stati abbinati in un matrimonio di cultura e di profumi. Si è tenuto ieri sera il concerto organizzato dal Comitato Grandi Cru d’Italia che ha portato a Verona l’Ensemble Strumentale Scaligero per una speciale esibizione presso il Teatro Nuovo, piccolo gioiello del 1845 in stile Scala.

I quattordici componenti dell’Ensemble hanno eseguito celebri brani come Sinfonia dall’opera La Scaladi Seta di Gioacchino Rossini, Fin c’han dal vino e Già la mensa è preparata dall’opera Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, Suite da West Side Story ­di Leonard Bernstein, Oblivion e Libertango di Astor Piazzolla e Libiamo ne’ lieti calici dall’opera La Traviata di Giuseppe Verdi.

Alla presenza di oltre trecento ospiti è stato presentato il libro WineMusic a cura del grande esperto di vini, Cesare Pillon, e del critico musicale, Luca Zaramella. Il libro racconta come il legame tra vino e musica abbia attraversato tutte le epoche storiche e presenta l’ideale abbinamento tra le etichette dei Grandi Cru con le più celebri sinfonie, magnifiche ouverture e famosi brani jazz.

Nella mattina si è tenuta anche l’assemblea dei soci che ha nominato Valentina Argiolas (cantina Argiolas di Serdiana, in Sardegna) nuovo presidente del Comitato. Valentina Argiolas raccoglie il testimone dal Conte Lucio Tasca d’Almerita, che lascia per fine mandato dopo aver svolto un prezioso lavoro per tutta l’Associazione. Il nuovo presidente è affiancato dal vice presidente esecutivo, Paolo Panerai.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su