Header Top
Logo
Domenica 23 Settembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Vinitaly, quattro aziende abruzzesi aderiscono a progetto ‘Viva’

colonna Sinistra
Lunedì 16 aprile 2018 - 12:04

Vinitaly, quattro aziende abruzzesi aderiscono a progetto ‘Viva’

Galletti a Verona: l'Abruzzo ha risposto bene a questo stimolo"

Pescara, 16 apr. (askanews) – Quattro aziende vitivinicole abruzzesi hanno aderito al progetto nazionale Viva, avviato dal ministero dell’Ambiente per “La sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia”. L’obiettivo è di migliorare le prestazioni di sostenibilità nella filiera vitivinicola attraverso l’analisi di quattro indicatori (aria, acqua, territorio e vigneto). Le aziende abruzzesi che hanno aderito alla rete sono Cataldi di Madonna, Zaccagnini, Chiusa Grande e Citra. Le convenzioni sono state firmate a Verona nell’area “Spazio Abruzzo”, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, dell’assessore alle politiche agricole, Dino Pepe, e del presidente del Consorzio Tutela vini d’Abruzzo Valentino Di Campli. “Sono orgoglioso di essere qui oggi a siglare l’adesione di altre aziende al nostro progetto Viva – ha detto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti -. Siamo adesso arrivati a 60 imprese fra le più importanti del settore. Il progetto Viva permette di tracciare la sostenibilità della filiera vite-vino, attraverso uno strumento di trasparenza che, per primo nel panorama internazionale del vino, fornisce al consumatore tutti i dati di sostenibilità validati da un ente terzo certificatore e garantiti dal Ministero dell’Ambiente”. Il ministro Galletti poi si è rivolto alle imprese abruzzesi. “L’Abruzzo – ha proseguito – ha reagito bene a questo stimolo, sono soddisfatto, molte altre regioni stanno seguendo il lavoro svolto dalle imprese abruzzesi”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su