Header Top
Logo
Lunedì 23 Aprile 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Bergamo, truffa per fondi pubblici: ai domiciliari due sindaci

colonna Sinistra
Lunedì 16 aprile 2018 - 10:33

Bergamo, truffa per fondi pubblici: ai domiciliari due sindaci

Primi cittadini dei comuni di Foppolo e Valleve

Milano, 16 apr. (askanews) – Militari dei comandi provinciali della Guardia di Finanza e dei carabinieri di Bergamo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Bergamo, nei confronti dei sindaci dei Comuni di Foppolo e Valleve ed ex amministratori della Brembo Super Ski.

In base alle indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Bergamo Gianluigi Dettori e condotte in collaborazione tra i carabinieri della Compagnia di Zogno e i finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria di Bergamo, i due sindaci avrebbero architettato un piano per ottenere fondi pubblici ai danni della Regione Lombardia e per truccare appalti. I due amministratori pubblici, accusati anche di falsificazione di atti pubblici, di abuso d’ufficio e di bancarotta fraudolenta per il fallimento della Brembo Super Ski, una società partecipata, avrebbero operato grazie alla complicità, a vario titolo, di una dipendente del Comune di Foppolo, della moglie di uno dei due principali indagati e di due professionisti, tutti raggiunti da misure cautelari ed interdittive.

Dalle indagini è emerso che il sindaco di Foppolo e quello di Valleve, definito nell’ordinanza suo “braccio destro”, avrebbero falsamente rendicontato spese e investimenti per un valore complessivo di circa 16 milioni e mezzo di euro, percependo indebitamente contributi regionali per oltre 3 milioni e 290 mila euro. Risulta coinvolta anche la moglie del sindaco di Foppolo, ritenuto il promotore, colpita dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su