Header Top
Logo
Mercoledì 15 Agosto 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Abruzzo, Lolli: ecco il nuovo testo unico sul commercio

colonna Sinistra
Mercoledì 14 marzo 2018 - 19:13

Abruzzo, Lolli: ecco il nuovo testo unico sul commercio

Abrogati 21 leggi regionali, un titolo e 42 articoli

Pescara, 14 mar. (askanews) – “Un grande strumento di semplificazione che abroga ben ventuno leggi regionali, un titolo e 42 articoli, e che rappresenta una evoluzione rispetto alle legge regionale 45/2013 che già aveva compiuto un primo riordino legislativo in materia di commercio”. Così il vice presidente della Giunta regionale ed assessore allo Sviluppo economico, Giovanni Lolli, nel presentare il nuovo Testo unico sul commercio, recentemente approvato dalla Giunta regionale dell’Abruzzo. Un testo che raccoglie le disposizioni regionali sulle attività commerciali e che, nei prossimi giorni, verrà presentato all’esame del Consiglio regionale. Non a caso, ad affiancare Lolli, sono stati il presidente della Commissione consiliare Attività produttive, Lorenzo Berardinetti, ed il presidente del Comitato per la legislazione, Lucrezio Paolini, che, sulla base delle loro competenze, hanno già compiuto atti propedeutici ed avviato azioni concrete per velocizzare la tempistica. All’incontro con la stampa hanno preso parte anche i rappresentanti regionali delle principali associazioni di categoria. Il vice presidente Lolli ha sostenuto che “si legifera bene quando ci si affida alla competenza di quelli che tali interessi rappresentano. L’obiettivo primario di questo testo – ha spiegato Lolli – è quello di rendere più semplice la vita alle attività commerciali. Peraltro, va sottolineato – ha proseguito – che il commercio rappresenta un tratto identitario e culturale dei nostri centtri storici e delle nostre città che deve, però, fare i conti con una progressiva spoliazione di queste presenze”. Altra novità del testo unico è, il capitolo sulle edicole che, secondo Lolli, “al di là della crisi nelle vendite dei giornali, rappresenta da sempre un presidio di relazioni con il pubblico e quindi anche con il turista ed è sostanzialmente un presidio insostituibile di rappresentazione del territorio”. Nel nuovo testo unico c’è, infine, la definizione di negozio storico con competenze specifiche che riguardano più da vicino i Comuni.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su