Header Top
Logo
Martedì 23 Gennaio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Botte a mamma e figlio per un sorpasso in Brianza: denunciati

colonna Sinistra
Venerdì 12 gennaio 2018 - 13:58

Botte a mamma e figlio per un sorpasso in Brianza: denunciati

Sono due 40enni milanesi, ex pugili pregiudicati
20180112_135850_9922160D

Milano, 12 gen. (askanews) – Due 40enni milanesi, ex pugili pregiudicati, sono stati denunciati a piede libero per violenza privata, lesioni personali plurime, danneggiamento aggravato e favoreggiamento personale perché accusati di aver aggredito una 42enne e il figlio 17enne che avevano “osato” protestare per un sorpasso azzardato lungo la SS36 a Briosco, in provincia di Monza.

La donna aveva chiesto aiuto alla polizia, e sul posto era intervenuta una pattuglia della Stradale di Seregno (Monza), a cui la vittima e alcuni testimoni aveva ricostruito l’accaduto: i due indagati, a bordo di una Volswagen Golf grigia, hanno sorpassato a destra in modo pericoloso l’auto delle vittime e, d’istinto, la donna aveva suonato il clacson e “fatto i fari”, scatenando la folle reazione dei due. Il conducente aveva infatti bloccato la Golf in corsia di sorpasso e i due ex pugili avevano circondato la macchina di madre e figli: mentre uno, con un pugno, aveva infranto il finestrino colpendo al volto il 17enne, l’altro aveva preso a schiaffi la donna. I due si erano poi dileguati.

In serata, i poliziotti hanno individuato la Golf, risultata fittiziamente intestata ad un cittadino incensurato residente nel milanese e nonostante la sua reticenza, sono riusciti a risalire al reale utilizzatore, un 40enne pluripregiudicato residente a Milano. Dopo aver cercato di negare ogni responsabilità, l’uomo ha finito con l’ammettere di aver aggredito la vittima senza rivelare il nome del complice, a cui i polziotti della Stradale sono comunque giunti il giorno seguente: è un 41enne residente a Milano, anche lui gravato di precedenti penali ed ex pugile.

La donna ha ricevuto una prognosi di cinque giorni, mentre il figlio una di sette.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su