Header Top
Logo
Martedì 23 Gennaio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Usura a imprenditori bufalini nel Casertano: tre arrestati

colonna Sinistra
Giovedì 11 gennaio 2018 - 18:30

Usura a imprenditori bufalini nel Casertano: tre arrestati

Ai domiciliari padre e due figli
20180111_122749_F6496047

Napoli, 11 gen. (askanews) – Imprenditori del settore bufalino stretti nella morsa dell’usura,costretti a pagare tassi altissimi: padre e due figli sono finiti agli arresti domiciliari. Ad eseguire i provvedimenti restrittivi i carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, in provincia di Caserta, su mandato della procura di Santa Maria Capua Vetere. Le accuse contestate agli indagati: un 75enne e i figli di 35 e 32 anni, sono associazione a delinquere finalizzata all’usura. I tre risiedono a Sant’Anastasia, nel Napoletano. Una quarta persona è indagata. I carabinieri hanno anche sequestrato nell’abitazione dei tre, un foglio manoscritto con le generalità delle presunte vittime, i cellulari e uno schema in bianco relativo alle entrate e uscite. Secondo gli investigatori l’attività usuraia si sarebbe perpetrata, ininterrottamente, dal 2006 al 2016: sedici gli episodi di usura contestati. Le vittime erano soprattutto imprenditori del settore bufalino che hanno i propri allevamenti nel Casertano, a Cancello e Arnone. Le indagini sono partite nel 2015 dopo un esposto anonimo arrivato alla Stazione dell’Arma, nel quale venivano indicati i nomi di imprenditori sottoposti ad usura. Tendenzialmente, i tassi mensili erano del 5% mensile, ma, per alcuni prestiti cospicui, venivano praticati interessi anche superiori al 60% annuo sul capitale prestato. In un caso il tasso di interesse ottenuto è stato del 97,46% annuo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su