Header Top
Logo
Sabato 16 Dicembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Foggia, al via “Agri.Cultura” il progetto di FestambienteSud 2017

colonna Sinistra
Giovedì 7 dicembre 2017 - 20:59

Foggia, al via “Agri.Cultura” il progetto di FestambienteSud 2017

Di Gioia: agricoltura pretesto prezioso per parlare di cultura

Roma, 7 dic. (askanews) – Al via “Agri.Cultura: terra, tavola e saperi” il progetto speciale dell’edizione 2017 di FestambienteSud, che si svolgerà in Puglia, a Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia, dal 7 al 10 dicembre, con la direzione musicale di Paolo Fresu.

Il progetto è promosso dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia e da Legambiente FestambienteSud, nato con l’obiettivo di valorizzare un approccio storico educativo al tema del cibo in un festival, tematizzato sui beni culturali.

“L’agricoltura e l’agroalimentare sono un pretesto prezioso per parlare di storia, cultura e identità di un territorio”, ha sottolineato l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia, ricordando che “FestambienteSud, al pari di importanti manifestazioni dedicate ai prodotti della nostra terra, è occasione di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche pugliesi, derivanti da materie prime certificate e tracciate”. E “anche una vetrina per i produttori, cui va il merito di tutelare e preservare la qualità e la salubrità dei prodotti della terra. Senza dimenticare – ha concluso Di Gioia – che un simile evento incoraggia e sostiene un tipo di turismo, quello rurale, che coniuga il buon cibo con la storia, l’architettura, il paesaggio e le tradizioni autentiche di una comunità”.

Tanti gli eventi Agri.cultura a FestambienteSud: il Simposio di apertura, i Seminari Storici e le Archeocene (in collaborazione con l’associazione Archeo Food dell’archeostorico Paolo Braconi e dell’archeocuoco Marino Marini che, oltre a curare le cene storiche, porteranno nel festival il progetto Mo.Se.Um – Mostarde e Senapi dell’Umbria, per realizzare un vero gemellaggio storico gastronomico tra due regioni in nome del riconoscimento Unesco dei siti Longobardi); il progetto Natale Made in Gargano, per portare la qualità a km zero sulle tavole delle festività.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su