Header Top
Logo
Giovedì 14 Dicembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Torino, incidente alla Vaber, Cgil: servono più controlli

colonna Sinistra
Mercoledì 6 dicembre 2017 - 15:15

Torino, incidente alla Vaber, Cgil: servono più controlli

"Si faccia strada cultura del rispetto e delle persone"

Torino, 6 dic. (askanews) – “Anche se al momento non è possibile individuare responsabilità specifiche, dobbiamo però segnalare l’ennesimo incidente sul lavoro nel nostro Paese: i dati relativi agli infortuni sul lavoro in Italia, nel corso del 2017, testimoniano un incremento del fenomeno”. Così la Cgil piemontese in una nota a commento dell’incidente sul lavoro alla Vaber di Torino, azienda del settore chimico, in cui stamane si sono ustionati due lavoratori, uno un tecnico esterno alla ditta e l’altro un responsabile.

A 10 anni datta tragedia della Thyssen, ha fatto notare il sindacato, “a nulla valgono i continui e condivisibili moniti – non ultimo quello di ieri da parte del Presidente della Repubblica, se alle leggi, che pur esistono, non si affiancano risorse economiche adeguate per effettuare i necessari controlli, per rafforzare, dotare di mezzi e personale le strutture dello Stato che hanno il compito di vigilare sulla sicurezza del lavoro, ma soprattutto se non si fa strada nelle imprese, che sono invece prevalentemente orientate al profitto, una cultura del rispetto del lavoro e delle persone”.

“Il cammino per garantire la salute dei lavoratori ed il rispetto del lavoro e dei diritti dei lavoratori è ancora lungo, anzi in questi anni si sono fatti passi indietro” hanno attaccato dalla Cgil.

“Eppure ridurre e prevenire gli infortuni sul lavoro è possibile e, a ben vedere, sarebbe anche un risparmio economico per lo collettività: meno infortuni vorrebbe dire minore spesa per le strutture sanitarie e assistenziali.Bisognerebbe che le imprese e lo Stato se ne rendessero conto concretamente, non solo a parole e in occasione di incidenti, e agissero coerentemente” ha concluso il sindacato.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su