Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Treviso, Uls 2 licenzia l’infermiera che fingeva le vaccinazioni

colonna Sinistra
Lunedì 13 novembre 2017 - 19:30

Treviso, Uls 2 licenzia l’infermiera che fingeva le vaccinazioni

Accusata di non aver adempiuto ad obblighi contrattuali

Treviso, 13 nov. (askanews) – “L’abbiamo licenziata per giusta causa in quanto non ha adempiuto agli obblighi contrattuali”. Così Francesco Benazzi, direttore generale dell’Uls 2, ha annunciato il licenziamento di Emanuela Petrillo, che avrebbe finto di vaccinare bambini e adulti, registrando le prestazioni e buttando via le fiale non utilizzate. Petrillo è un’assistente sanitaria e da tempo è al centro, per le sue presunte omissioni, di procedimenti giudiziari e disciplinari tra Friuli Venezia Giulia e Veneto. Tra il 2009 e il 2015 ha operato nel distretto di Codroipo, in Friuli, poi a Treviso. In Friuli nelle volte in cui l’assistente ha operato da sola le persone vaccinate – ha spiegato Benazzi – rispondevano per il 20,8%, mentre quando hanno operato le altre assistenti sanitarie la risposta era del 92,5%. Petrillo è sotto indagine della Procura di Udine per l’ipotesi di reato di peculato, omissione d’atti d’ufficio e falsità in dichiarazioni. L’indagine nei confronti dell’infermiera potrebbe essere riaperta dal Tribunale di Treviso, a seguito delle nuove evidenze; lo scorso marzo, infatti, il Tribunale di Treviso aveva archiviato il caso, “in assenza di ulteriori elementi a carico”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su