Header Top
Logo
Sabato 21 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Giornate Fai a Milano, il 15 visita Torre Zaha Hadid a Citylife

colonna Sinistra
Venerdì 13 ottobre 2017 - 14:11

Giornate Fai a Milano, il 15 visita Torre Zaha Hadid a Citylife

Tra i luoghi aperti anche Palazzo Mondadori a Segrate
20171013_141109_DD9BE7B9

Milano, 13 ott. (askanews) – La Torre Zaha Hadid, uno dei tre grattacieli del progetto CityLife per la riqualificazione della zona dell’ex Fiera, è tra gli edifici di Milano che il 15 ottobre si potranno visitare per la Giornata Fai d’autunno realizzata dai Gruppi Fai Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dal 1° al 31 ottobre. 3.500 volontari accompagneranno gli italiani alla scoperta di 600 luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune e raccontati da una prospettiva insolita.

La Torre Zaha Hadid è al centro di un’area che, come un “archivio a cielo aperto”, custodisce importanti elementi del passato di Milano coniugandoli con la modernità. Dall’interno della torre si potrà ammirare la zona che, all’inizio del Novecento, è stata sede della prima esposizione universale, con la Fontana delle Quattro Stagioni e il Velodromo Vigorelli. Ideato dall’architetto iracheno Zaha Hadid, l’edificio, iniziato nel 2014, ospita gli uffici milanesi del Gruppo Generali. Soprannominato “lo Storto” per la caratteristica torsione della struttura, è alto 175 metri per 44 piani.

Tra gli itinerari tematici e i luoghi a Milano ci sono: Palazzo Mondadori a Segrate sede del gruppo editoriale e tra le maggiori creazioni dell’architetto brasiliano Oscar Niemeyer; l’Archivio storico del Piccolo Teatro che racconta la storia del primo Stabile in Italia, fondato nel 1947 da Giorgio Strehler, Paolo Grassi e Nina Vinchi; l’Archivum Fabricae, che racchiude la documentazione prodotta dalla Veneranda Fabbrica riguardo l’edificazione della Cattedrale dal 1387 a oggi; la Biblioteca del Conservatorio “G. Verdi” che conserva 50.000 manoscritti e 30.000 volumi di argomento musicale e 400 testate di periodici musicali; la Biblioteca del Museo di storia naturale e l’Archivio luoghi pii elemosinieri. Dedicato ai soli iscritti Fai e a chi si iscrive in loco c’è l’Archivio capitolare di Sant’Ambrogio che raccoglie, da più di 900 anni, la documentazione sulla storia della Basilica e dei suoi restauri e un fondo di 55 volumi manoscritti e circa 1.200 pergamene.

All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti Fai e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento, con una quota agevolta di 29 euro, sono riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su