Header Top
Logo
Sabato 21 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Domani studenti “in sciopero” contro l’alternanza scuola-lavoro

colonna Sinistra
Giovedì 12 ottobre 2017 - 11:09

Domani studenti “in sciopero” contro l’alternanza scuola-lavoro

Cortei e flash-mob. Fedeli la difende: "E' giusto innovare"
20171012_110945_D1B441A6

Roma, 12 ott. (askanews) – La Rete della Conoscenza – il collettivo di studenti medi e universitari che aderiscono all’Unione degli Studenti e a Link-coordinamento universitario – ha organizzato per domani in varie città d’Italia il “primo sciopero della e sull’alternanza scuola-lavoro”, una mobilitazione contro le novità previste in materia dalla legge 107: sono previsti in varie città “cortei mattutini, flash mob in tute blu davanti le aziende, azioni davanti agli uffici scolastici regionali, lezioni di piazza alternative, esperienze di alternanza scuola-lavoro autogestita, feste e concerti serali negli spazi aggregazione”.

“Dalla gratuità dei percorsi alla qualità della formazione in alternanza, abbiamo tutto da ripensare e ricostruire – dice l’Unione degli Studenti – la vera alternanza scuola lavoro non è asservita alle logiche e agli interessi del mercato del lavoro e non si vende ai privati nè tantomeno alle multinazionali: dopo l’accordo stipulato dal Miur con i ‘grandi campioni d’alternanza’ siamo andati a friggere patatine al Mc Donald’s, a sistemare indumenti a Zara, a fare fotocopie alla Banca d’Italia. L’alternanza scuola lavoro è una metodologia didattica che lega il saper al saper fare, l’intelligenza teorica all’intelligenza pratica, che fa davvero da ponte tra ciò che studiamo a scuola e ciò che andremo a praticare nei luoghi di lavoro”.

“Noi lanciamo una provocazione: se ci trattate da lavoratori noi incrociamo le braccia e ci facciamo giustizia insieme. Il nostro sarà uno sciopero alla rovescia che aggredisce il furto del nostro tempo e ribalta la frenesia della competizione di chi ha scelto sulle nostre scuole e sulle nostre vite. Domani gli studenti e le studentesse saranno in movimento! Rovesciamo i tempi che ci stanno togliendo e lo facciamo riempiendoli di discussioni nelle piazze di pomeriggio, di momenti di socialità la sera, di riqualificazione dei quartieri con street art tutto il giorno”.

Iniziative sono state organizzate nelle maggiori città italiane: a Roma (corteo studentesco “Generazione Ribelle” che parte alle ore 9 da Piramide), Milano (corteo dalle 9.30 da Largo Cairoli), Torino (dalle 13.30 a Parco Michelotti), Bologna (corteo in centro da Piazzale Dante alle ore 9), Napoli (corteo dalle 9 da Piazza Garibaldi), Bari (dalle 9.30 da Piazza Umberto I) e altri centri.

A “Circo Massimo” di Radio Capital, il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli oggi ha spiegato: “Domani manifestano alcuni studenti, ma io difendo il merito dell’alternanza scuola-lavoro. In Italia si fa da anni, ma si faceva negli istituti tecnici-professionali ed era una scelta non per tutte le scuole. La legge 107 invece l’ha introdotta come innovazione didattica per un apprendimento trasversale di competenze”.

“Il tema è: serve l’alternanza scuola-lavoro? Dobbiamo aggiornare, come avviene in Europa, le competenze trasversali, il problem solving, la capacità di avere nuovi strimenti di apprendimento: è giusto innovare, perchè è un’innovazione didattica di nuove competenze che i nostri ragazzi non avevano. Alternanza scuola-lavoro non è assolutamente apprendistato, ma innovazione didattica, perchè è un apprendimento interno ai percorsi curriculari”, ha concluso Fedeli.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su