Header Top
Logo
Giovedì 21 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sindaco Lampedusa: chiudere hotspot, Governo trovi soluzione

colonna Sinistra
Domenica 17 settembre 2017 - 09:37

Sindaco Lampedusa: chiudere hotspot, Governo trovi soluzione

Intervista a La Repubblica
20170917_081657_A997C1A6

Roma, 17 set. (askanews) – “Nell’ultimo mese siamo piombati nell’anarchia, non vengono rispettate le regole del vivere civile. Ci sono 200 tunisini che non stanno all’interno del centro. Per due volte un fruttivendolo ha subito il furto di fiaschi di vino, i tunisini derubano anche le botteghe di abbigliamento e di alimentari, molestano i turisti e le donne e provocano risse in strada”: così il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, che in una intervista sul quotidiano La Repubblica chiuede la chiusura dell’hot spot e l’intervento del ministro degli Interni, Marco Minniti.

“Non è un’inversione di tendenza. È un problema di ordine pubblico. Siamo abbandonati dalle istituzioni che dovrebbero garantire la sicurezza sull’isola, chiedo l’intervento del ministro Minniti”, prosegue Martello spiegando di non avere effettuato una svolta ‘razzista’ nei confronti dell’accoglienza ai migranti, ma di avere dei “dati alla mano”: “vuole dire che sono razzista? Non è così. Sono per l’accoglienza dei migranti ma non dei delinquenti. Un sindaco parla con i dati alla mano. Uno di loro è stato arrestato nei giorni scorsi, ma ci sono stati altri fermati nelle settimane precedenti. Lampedusa è al collasso, le forze dell’ordine sono impotenti. I tunisini aggirano i controlli e bivaccano per le strade. Ricevo decine di messaggi di turisti impauriti. Gli albergatori, i commercianti e i ristoratori subiscono questa situazione quotidianamente, non ce la fanno più. Un hotspot che non funziona deve essere chiuso. Ma la soluzione deve trovarla il governo, non certo io”, conclude.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su