Header Top
Logo
Martedì 26 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • All’Euroma2 arrivano i Mandala dei monaci tibetani

colonna Sinistra
Venerdì 15 settembre 2017 - 13:44

All’Euroma2 arrivano i Mandala dei monaci tibetani

Dal 15 al 24 settembre tappa del Tour Tashi Delek Tibet 2017
20170915_134425_C6218B0F

Roma, 15 set. (askanews) – Euroma2 accoglie un appuntamento dedicato alla cultura e spiritualità tibetana, l’occasione è quella del Tour Tashi Delek Tibet 2017, un progetto promosso ed organizzato dall’Istituto Samantabhadra- Centro studi di buddhismo tibetano. Protagonisti di questa dieci giorni saranno i monaci tibetani del Monastero di Gaden Jangtse di Mundgod (India), che realizzeranno davanti al pubblico di Euroma2 un coloratissimo Mandala.

Nella tradizione tibetana, il mandala è a un tempo una sintesi dello spazio, un’immagine del mondo e la dimora di potenze divine, quindi la manifestazione, in forma di diagramma, di perfette qualità come la compassione, la saggezza e l’energia spirituale. Geometrie e sabbie finissime di diversi colori saranno la base di precise azioni dei monaci, che faranno conoscere il processo di realizzazione di questa struttura quadra, provvista di quattro porte, contenente cerchi e fiori di loto, immagini e simboli divini.

L’inizio degli incontri con la cultura tibetana sarà venerdì 15 settembre con la cerimonia di purificazione nella Galleria di Euroma2 e l’inizio costruzione del Mandala alle 16. Da sabato 16 a sabato 23 settembre si potrà assistere alla realizzazione del Mandala, ogni giorno dalle 12.30 alle 20. Domenica 24 settembre cerimonia dissoluzione del Mandala alle 16, le sabbie verranno donate alle persone presenti per essere portate a casa come speciale benedizione.

La tappa romana fa parte di un ampio progetto che prevede un tour in Italia dei Monaci del Monastero tibetano buddhista di Gaden Jangtse, il cui percorso ha un duplice significato: da una parte l’intento di far conoscere gli aspetti più affascinanti e antichi della cultura tibetana, dall’altra quella di sensibilizzare un grande pubblico verso i problemi dei monasteri buddhisti tibetani ricostruiti in India dopo le ben note e drammatiche vicissitudini che il popolo tibetano affronta da più di mezzo secolo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su