Header Top
Logo
Lunedì 25 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lombardia, Cattaneo riceve nuovo provinciale carabinieri Milano

colonna Sinistra
Giovedì 14 settembre 2017 - 18:06

Lombardia, Cattaneo riceve nuovo provinciale carabinieri Milano

Al vertice del comando di via Moscova colonnello Luca De Marchis
20170914_180635_C88FF3EF

Milano, 14 set. (askanews) – Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha ricevuto questo pomeriggio a Palazzo Pirelli il nuovo comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Luca De Marchis, subentrato al colonnello Canio Giuseppe La Gala e insediatosi lunedì scorso nella caserma milanese di via Moscova. La visita è stata occasione per fare il punto sulla sicurezza e sugli interventi di contrasto alla criminalità nel territorio di Milano e provincia, con attenzione particolare al problema dell’immigrazione e al pericolo di attentati terroristici.

“Grande evidenza – ha commentato Cattaneo in una nota – è stata data alla necessità di consolidare quel modello di grande collaborazione tra tutte le forze dell’ordine e le istituzioni che a Milano e in Lombardia da diversi anni sta dimostrando di funzionare in modo efficiente e puntuale, rappresentando un esempio significativo per il Paese”.

Cattaneo ha quindi sottolineato gli ottimi rapporti che da sempre intercorrono tra l’istituzione regionale lombarda e l’arma dei carabinieri, ricordando la mostra sul Bicentenario dell’arma ospitata a Palazzo Pirelli, attraverso la quale grazie all’esposizione di cimeli di grande pregio e valore storico, dipinti, uniformi, oggettistica e documenti inediti, numerosi visitatori hanno potuto ripercorrere la storia d’Italia dal 1814 a oggi.

Il Consiglio regionale ha inoltre recentemente dedicato all’arma dei carabinieri una sala di Palazzo Pirelli adiacente all’aula consiliare e sta valutando la possibilità di istituire borse di studio finalizzate al sostegno del percorso formativo o universitario dei figli meritevoli e residenti in Lombardia dei componenti dell’arma, con priorità ai figli dei carabinieri caduti o feriti nell’adempimento del loro servizio. (segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su