Header Top
Logo
Giovedì 24 Agosto 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • L’Alto Adige protesta per una campagna ambientalista bavarese

colonna Sinistra
Giovedì 10 agosto 2017 - 18:54

L’Alto Adige protesta per una campagna ambientalista bavarese

"Agricoltura e turismo restano pilastri dell'economia locale"

Roma, 10 ago. (askanews) – Il presidente Arno Kompatscher e l’assessore all’agricoltura Arnold Schuler prendono posizione in merito ai manifesti apparsi a Monaco a cura dell’associazione privata bavarese Umweltinstitut München. “Non permetteremo di screditare in questo modo l’Alto Adige e in maniera particolare il settore della frutticoltura”, spiegano Kompatscher e Schuler, i quali annunciano che l’Avvocatura della Provincia sta valutando la possibilitá di intraprendere azioni legali nei confronti dell’associazione che ha lanciato questa campagna.

I manifesti rappresentano un trattore che sparge pesticidi, in evidente ironia con le pubblicità turistiche del Sud Tirolo.

“In Alto Adige – aggiunge Schuler – non vi è una vera e propria industria dell’agricoltura, ma un insieme di tante piccole aziende a conduzione familiare: si tratta di ben 7.000 aziende, che lavorano mediamente su appezzamenti di terreno di 2,5 ettari. Per quanto riguarda l’utilizzo di fitosanitari, inoltre, il settore locale è all’avanguardia”.

Sul tema interviene anche il presidente di IDM Alto Adige, Hansi Pichler, il quale parla di “utilizzo illegittimo del marchio Alto Adige. Su quest’ultimo punto valuteremo quali passi intraprendere da un punto di vista legale e giuridico. Non permetteremo che il nome e il marchio Alto Adige vengano danneggiati in questo modo. Turismo e agricoltura sono e restano due dei pilastri fondamentali dell’economia locale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su