Header Top
Logo
Mercoledì 12 Agosto 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Torino, consiglieri comunali “spazzini” per un giorno

colonna Sinistra
Martedì 9 maggio 2017 - 19:06

Torino, consiglieri comunali “spazzini” per un giorno

Raccoglieranno la carta. Mensio (M5s), pronti al bis con Amiat

Torino, 9 mag. (askanews) – I Consiglieri comunali di Torino raccoglieranno per un giorno carta e cartone con la cooperativa Arcobaleno che gestisce “Cartesio”, il servizio porta a porta in città. L’iniziativa prevista il 24 maggio dalle 9 alle 12 è stata annunciata oggi nella seduta della Commissione Ambiente, presieduta da Federico Mensio (M5S), in occasione dell’audizione di Tito Ammirati e Giovanni Iozzi, rispettivamente presidente e responsabile cultura della cooperativa sociale Arcobaleno. “È un’occasione – ha spiegato Tito Ammirati – per costruire relazioni con gli amministratori e con il territorio, per condividere responsabilità e opportunità e per incrementare la coesione sociale, attraverso uno sguardo ‘strabico’, attento sia ai percorsi di inclusione sociale, sia alla qualità di un servizio che si confronta con il mercato imprenditoriale tradizionale”. “Aderiamo volentieri alla proposta della cooperativa Arcobaleno – ha dichiarato Mensio – per osservare da vicino pregi e problematicità di un servizio che coinvolge quotidianamente migliaia di torinesi. E auspichiamo di replicare l’iniziativa anche con Amiat e altre realtà cittadine”. La cooperativa Arcobaleno occupa 248 persone (il 40% sono “persone svantaggiate”, in carico ai servizi, ma la percentuale sale all’80% contando chi non è più in carico ai servizi e continua a lavorare per la cooperativa) e ha un fatturato di 11 milioni di euro. Nel 2016 ha raccolto quasi 45mila tonnellate di carta (9mila di cartone); nel 2010 erano 56.700, ma l’innovazione tecnologia ha ridotto il consumo di carta (anche se non di cartone, usato per il packaging).

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su