Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Casa internazionale donne: il caso Rai-donne dell’est? Un dejavu

colonna Sinistra
Lunedì 20 marzo 2017 - 16:40

Casa internazionale donne: il caso Rai-donne dell’est? Un dejavu

Loretta Bondì: servizio pubblico raccoglitore chiacchiere da bar
20170320_164039_CD57CEBE

Roma, 20 mar. (askanews) – Non si fermano le polemiche dopo la messa in onda della trasmissione “Parliamone sabato”, rubrica de “La vita in diretta”, condotto da Paola Perego su Raiuno, in cui si è discusso de “La minaccia arriva dall’Est. Gli uomini preferiscono le straniere”, corredata da un’infografica sessista, che spiegava “i motivi per scegliere una fidanza dall’Est”. Intanto è nata una pagina Facebook ironica intitolata “Le donne dell’Est”.

Il commento di Loretta Bondì, del direttivo della Casa internazionale delle donne: “E’ un dejavu purtroppo. Non è una cosa che ci sorprende, ci sorprende il fatto che sia stata data tanta rilevanza a questa scempiaggine e che continui a far parlare”, ha spiegato Bondì, intervistata nella sede di Via della Lungara.

“Bisogna interrogarsi sulla natura e sull’essenza del servizio pubblico – ha proseguito – Lo stesso servizio pubblico che mette la sordina invece a iniziative di donne di grande importanza che rivendicano l’eguaglianza e i diritti, parliamo per esempio delle 200.000 donne che hanno sfilato a Roma a novembre per protestare proprio contro la violenza e gli stereotipi di genere. Quando il servizio pubblico diventa un raccoglitore di chiacchiere da bar allora ci si deve interrogare sulla sua natura”.

Per Bondì, il servizio pubblico dovrebbe “interessarsi un pochino di più di quelle donne che vengono dall’est non per loro volontà, ma che sono vittime di tratta e i cui servizi di natura sessuale che sono a loro imposti in condizioni di quasi schiavitù ne beneficiano molti uomini italiani”.

Infine una domanda su Melania Trump, la prima First Lady originaria della Slovenia: “Pensiamo che il fatto che il presidente degli Stati Uniti abbia comunque sposato una migrante dell’Est dovrebbe farlo riflettere sulle politiche anti-migranti che sta mettendo in atto”, ha denunciato Bondì.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su