Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa Francesco dice che il mondo è in guerra per colpa dei potenti

colonna Sinistra
Giovedì 16 febbraio 2017 - 11:40

Papa Francesco dice che il mondo è in guerra per colpa dei potenti

"Risponderanno a Dio"
20170216_114015_7AA39567

Città del Vaticano, 16 feb. (askanews) – “Oggi nel mondo c’è versamento di sangue. Oggi il mondo è in guerra. Tanti fratelli e sorelle muoiono, anche innocenti, perché i grandi, i potenti, vogliono un pezzo più di terra, vogliono un po’ più di potere o vogliono fare un po’ più di guadagno col traffico delle armi. E la Parola del Signore è chiara: ‘Del sangue vostro, ossia della vostra vita, io domanderò conto; ne domanderò conto a ogni essere vivente e domanderò conto della vita dell’uomo all’uomo, a ognuno di suo fratello’. Anche a noi, sembra di essere in pace, qui, il Signore domanderà conto del sangue dei nostri fratelli e sorelle che soffrono la guerra”. Lo ha detto il Papa nell’omelia della messa mattutina a Casa Santa Marta.

“Come custodisco io la colomba?”, si chiede dunque Francesco a quanto riportato dalla Radio vaticana, “cosa faccio perché l’arcobaleno sia sempre una guida? Cosa faccio perché non sia versato più sangue nel mondo?”. Tutti noi, ha ribadito, “siamo coinvolti in questo”. La preghiera per la pace “non è una formalità, il lavoro per la pace non è una formalità”. Ed ha rilevato con amarezza che “la guerra incomincia nel cuore dell’uomo, incomincia a casa, nelle famiglie, fra amici e poi va oltre, a tutto il mondo”. Cosa faccio io, ha ripreso, “quando sento che viene nel mio cuore qualcosa” vuole “distruggere la pace?”: “La guerra incomincia qui e finisce là. Le notizie le guardiamo sui giornali o sui telegiornalià Oggi tanta gente muore e quel seme di guerra che fa l’invidia, la gelosia, la cupidigia nel mio cuore, è lo stesso – cresciuto, fatto albero – della bomba che cade su un ospedale, su una scuola e uccide i bambini.

E’ lo stesso. La dichiarazione di guerra incomincia qui, in ognuno di noi. Per questo la domanda ‘Come custodisco io la pace nel mio cuore, nel mio intimo, nella mia famiglia?’. Custodire la pace, non solo custodire: farla con le mani, artigianalmente, tutti i giorni. E così riusciremo a farla nel mondo intero”.

Ska/Int9

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su