Header Top
Logo
Mercoledì 18 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Basilicata, Braia: ecco le strategie si sviluppo locale ammesse

colonna Sinistra
Giovedì 16 febbraio 2017 - 15:09

Basilicata, Braia: ecco le strategie si sviluppo locale ammesse

Avvio seconda fase

Roma, 16 feb. (askanews) – La Giunta Regionale con propria deliberazione Dgr n. 104 del 14/02/2017 ha preso atto degli esiti della relazione sulle attività svolte dal Comitato chiamato a selezionare le strategie di sviluppo locale previste nel quadro della Misura 19 del Psr Basilicata 2014-2020 dedicata al sostegno allo sviluppo locale Leader, per la quale la dotazione finanziaria è pari a poco più di 36 milioni di euro. L’attività del Comitato si è conclusa con la formulazione degli elenchi definitivi delle strategie giudicate ammissibili per cinque aree territoriali della regione, in cui si sono organizzati partenariati pubblico-privati che, dopo una importante fase di animazione locale, hanno presentato le loro proposte progettuali.

Lo comunica l’assessore alle Politiche agricole e forestali Luca Braia.

“L’avviso pubblico – spiega Braia – prevede tre distinte fasi per la selezione delle strategie di sviluppo locale. La prima fase di presentazione e selezione, appena conclusa, ha visto svolgersi l’iter istruttorio e di valutazione delle nove proposte presentate, al fine di pervenire all’approvazione di cinque strategie, per altrettanti ambiti territoriali, al posto delle otto aree Leader della programmazione precedente.

Da questo momento si avvia la seconda fase che, coerentemente con le indicazioni del bando, si sviluppa in un processo negoziale con i soggetti proponenti attraverso cui, come anche auspicato dalla Commissione di valutazione, raccogliere gli elementi qualificanti delle singole proposte, valorizzare i migliori apporti progettuali, recuperare un approccio inclusivo sia in termini di contenuti che di maggiore partecipazione dei soggetti che vivono ed operano sui territori.

Con la formulazione della graduatoria che chiude la prima fase, la convocazione dei soggetti interessati per area territoriale, richiesta da tempo da alcuni soggetti proponenti anche attraverso la stampa, diventa solo ora possibile, nel rispetto delle norme e delle prescrizioni indicate nel bando.

Va sottolineata la scelta della Regione Basilicata di non definire a priori le aree Leader, lasciando liberi i territori ed i soggetti in essi operanti di organizzare i partenariati e di poter quindi esprimere anche più di una proposta di strategia, per poi successivamente scegliere quella migliore attorno alla quale costruire, appunto in un processo negoziale, il GAL che sarà incaricato di attuarla. Il finanziamento delle cinque strategie è, di conseguenza, previsto solo a conclusione della terza fase”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su