Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Protezione civile: ancora allerta meteo Nord, Tirreno e Sardegna

colonna Sinistra
Sabato 4 febbraio 2017 - 17:19

Protezione civile: ancora allerta meteo Nord, Tirreno e Sardegna

Temporali e venti forti
20170204_171949_F46E879B

Roma, 4 feb. (askanews) – Persiste sulla penisola un flusso in quota di provenienza atlantica che determina un susseguirsi di impulsi perturbati. Domani le precipitazioni si intensificheranno inizialmente sulle regioni settentrionali e successivamente su Sardegna e regioni tirreniche, in particolare Liguria e Toscana, con ventilazione ancora sostenuta su gran parte del Paese. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito web del Dipartimento (protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede il persistere di precipitazioni, anche a carattere temporalesco, su Liguria e Toscana a cui, dalle prime ore di domani, domenica 5 febbraio, si accompagneranno venti forti o di burrasca settentrionali sulla Liguria. Dalla tarda mattinata di domani previste inoltre precipitazioni, anche a carattere temporalesco, su Lazio e Sardegna. Sulla Sardegna si prevedono anche venti forti dai quadranti settentrionali, con rinforzi fino a burrasca forte, con mareggiate sulle coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta arancione per rischio idraulico e idrogeologico sullo spezzino in Liguria e sulla Toscana settentrionale. Allerta gialla, invece, sulla provincia di Genova e sull’Appennino emiliano, su Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e buona parte del Molise, nonché sulla Sardegna occidentale.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su