Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mons. Pezzi: non so quando Papa a Mosca ma non più problematico

colonna Sinistra
Mercoledì 11 gennaio 2017 - 11:34

Mons. Pezzi: non so quando Papa a Mosca ma non più problematico

Dopo il "contraccolpo" nel mondo ortodosso per l'incontro di Cuba

Città del Vaticano, 11 gen. (askanews) – Dopo lo storico incontro di Cuba, quando sarà possibile una visita del Papa a Mosca o del Patriarca a Roma? “Non so dire quanto occorrerà aspettare. Però penso che una simile prospettiva non è più vista come problematica”. Risponde così monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo di Mosca e presidente della Conferenza episcopale cattolica delle Federazione russa, che definisce le relazioni tra le due Chiese che definisce “buone, costruttive, amicali”.

“Mi sembra che dopo Cuba, e cioè dopo il contraccolpo che non è stato facile per la Chiesa ortodossa in Russia, oggi si possa dire che una visita del Papa in Russia non sia più un problema”, afferma mons. Pezzi al Servizio Informazione Religiosa (Sir) a margine del V Forum cattolico-ortodosso in corso a Parigi. I tempi? “Non so dire quanto occorrerà aspettare. Però penso che si possa percepire che non è vista come problematica”. Insomma il “contraccolpo” che in alcuni ambienti ortodossi c’è stato sull’incontro a Cuba è “stato bene assorbito”. “Non erano tanti – spiega l’arcivescovo – ma erano molti rumorosi. E’ passato. E questo ha permesso soprattutto al Patriarca, ma anche ad altri, di poter ridare le ragioni di quell’incontro. E sono stati convincenti. Si può anche continuare a discutere se l’incontro sia stato politico, culturale, di fede ma certamente questa onda di impatto molto forte è passata e soprattutto ha lasciato una maggiore tranquillità sul fatto che Francesco possa venire a visitare la Russia. Noi stiamo facendo il tifo”. Il Papa a questo riguardo – tiene subito a precisare mons. Pezzi – “è sempre stato discreto. Non gli ho mai sentito dire ‘Vorrei, mi piacerebbe venire’. Vorrebbe sicuramente incontrare il Patriarca Kirill. E che questo avvenga a Mosca, a Roma, va bene dappertutto. Ma è molto discreto, per non forzare”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su