Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Il decreto terremoto è legge: ecco cosa prevede

colonna Sinistra
Mercoledì 14 dicembre 2016 - 15:19

Il decreto terremoto è legge: ecco cosa prevede

Approvato dalla Camera con 441 sì
20161214_151940_51A07634

Roma, 14 dic. (askanews) – Busta paga pesante, stop per 6 mesialle bollette e al canone Rai, divieto di installare nuove slot,misure per il rilancio delle piccole e medie imprese,l’estensione dell’art bonus, lo stanziamento di un fondo da 200milioni per la ricostruzione. E poi misure di natura tecnica sulruolo del Commissario e per la ricostruzione pubblica e privata.
Con il via libera dell’Aula di Montecitorio, la Camera deiDeputati fa definitivamente convertito in legge (la prima letturadel Senato c’era stata il 23 novembre scorso) il decreto sulterremoto. Misure urgenti che riguardano sostanzialmente i Comunidi Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria che sono stati colpiti dalsisma del 24 agosto scorso, ma anche quelli degli eventisuccessivi di ottobre.
UFFICI SPECIALI PER LA RICOSTRUZIONE – In ognuna delle Regionicolpite dagli eventi sismici, è prevista l’istituzione di ‘ufficispeciali per la ricostruzione’, presso i quali è costituito unosportello unico per le attività produttive (Suap) unitario pertutti i Comuni coinvolti. Per quello che riguarda il personaledegli uffici speciali vengono consentite, tra l’altro, assunzioniin deroga ai vincoli vigenti nel limite di 0,75 milioni di europer il 2016 e di 3 milioni per ciascuno degli anni 2017-2018.
FONDO DA 200 MLN PER LA RICOSTRUZIONE – Nasce un fondo per laricostruzione delle aree terremotate, con una dotazione inizialedi 200 milioni di euro per l’anno 2016, per l’attuazione degliinterventi di immediata necessità. Ulteriori disposizionidisciplinano l’utilizzo delle erogazioni liberali a favore delsisma e la loro detraibilità/deducibilità ai fini fiscali.
CONTRIBUTI AL 100% PER RICOSTRUZIONE PRIVATA – L’articolo 6della legge disciplina le tipologie di danni agli edifici e, perognuna di queste, gli interventi di ricostruzione e recuperoammessi a contributo. Sono altresì individuate le categorie disoggetti che, a domanda, e alle condizioni previste, possonobeneficiare dei contributi. La misura del contributo ègeneralmente riconosciuta nella percentuale del 100%.
IL RUOLO DEL COMMISSARIO – Operare instretto raccordo con il Capo del Dipartimento della Protezionecivile, al fine di coordinare le attività disciplinate daldecreto con gli interventi di relativa competenza volti alsuperamento dello stato di emergenza e di agevolare ilproseguimento degli interventi di ricostruzione. Coordinare gliinterventi di ricostruzione e riparazione degli immobili privati(sovraintendendo all’attività dei vice-commissari di concessioneed erogazione dei relativi contributi e vigilando sulla faseattuativa degli interventi stessi) e delle opere pubbliche.Operare una ricognizione e determinare, di concerto con leRegioni e con il Ministero dei beni e delle attività culturali edel turismo, secondo criteri omogenei, il quadro complessivo deidanni e stimare il relativo fabbisogno finanziario, definendoaltresì la programmazione delle risorse nei limiti di quelleassegnate. Sono questi alcuni dei compiti assegnati alCommissario straordinario del Governo per la ricostruzione neiterritori dei comuni delle regioni di Abruzzo, Lazio, Marche eUmbria. Commissario che è stato individuato da tempo in VascoErrani, ex presidente della Regione Emilia Romagna e dellaConferenza delle Regioni.
I VICE COMMISSARI – I vice-commissari, individuati neiPresidenti delle Regioni interessate,devono operare in strettoraccordo con il Commissario straordinario, che può delegare lorole funzioni a lui attribuite. Viene poi istituita una cabina dicoordinamento della ricostruzione, presieduta dal Commissariostraordinario, nata allo scopo di consentire lo stretto raccordotra Commissario e vice-commissari e avente il compito diconcordare i contenuti dei provvedimenti da adottare e diassicurare l’applicazione uniforme e unitaria in ciascuna Regionedelle ordinanze e direttive commissariali, nonché di verificareperiodicamente l’avanzamento del processo di ricostruzione.Previsto inoltre un comitato istituzionale regionale, istituitoin ognuna delle regioni colpite, presieduto dal presidente dellaRegione, a cui partecipano i Presidenti delle Provinceinteressate e i sindaci dei comuni colpiti e nell’ambito delquale sono discusse e condivise le scelte strategiche, dicompetenza del Presidente della Regione.
GESTIONE STRAORDINARIA FINO AL 2018 – La nuova legge prevede lacessazione della gestione straordinaria, finalizzata allaricostruzione, al 31 dicembre 2018.
BENI MOBILI DANNEGGIATI – L’articolo 9disciplina la concessione di contributi ai privati residenti neiComuni interessati dagli eventi sismici per i beni mobilidanneggiati. Si prevede, in particolare, l’assegnazione di uncontributo in caso di distruzione o danneggiamento grave di benimobili e di beni mobili registrati. Le modalità e i criteri perla concessione del contributo previsto sono definiti con iprovvedimenti adottati dal Commissario straordinario anche inrelazione al limite massimo del contributo per ciascuna famigliaanagrafica.
VERIFICHE PRESIDI OSPEDALIERI – L’articolo 14-bis, introdottodal Senato, stabilisce che le regioni Abruzzo, Lazio, Marche eUmbria effettuino sui presìdi ospedalieri, nei territoriinteressati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24agosto 2016, verifiche di tenuta sismica e stime del fabbisognofinanziario necessario al miglioramento sismico delle strutture,demandando ad una ordinanza di protezione civile l’adozione deinecessari interventi.
ANAS METTTERA’ IN SICUREZZA LE STRADE – L’articolo, introdottonel corso dell’esame al Senato, attribuisce ad Anas s.p.a., inqualità di soggetto attuatore della protezione civile, il compitodi provvedere agli interventi di messa in sicurezza e diripristino della viabilità delle infrastrutture stradali diinteresse nazionale, danneggiate dagli eventi sismici.
ART BONUS – L’articolo 17 estende lafruizione dell’Art-Bonus anche alle erogazioni liberalieffettuate a decorrere dalla data di entrata in vigore deldecreto-legge: a favore del Mibact per interventi dimanutenzione, protezione e restauro di beni culturali diinteresse religioso presenti nei Comuni anche appartenenti adenti ed istituzioni della Chiesa cattolica o di altre confessionireligiose. Per il sostegno dell’Istituto superiore per laconservazione e il restauro, dell’Opificio delle pietre dure edell’Istituto centrale per il restauro e la conservazione delpatrimonio archivistico e librario, al fine di favorire gliinterventi di restauro del patrimonio culturale nelle areecolpite da eventi calamitosi.
FONDO DI GARANZIA PER LE PMI – S’interviene a favore dellemicro, piccole e medie imprese, comprese quelle del settoreagroalimentare, ubicate nei territori dei Comuni interessatidagli eventi sismici del 2016, che hanno subito danni inconseguenza di tali eventi, stabilendo per esse – per tre annidalla data di entrata in vigore del provvedimento in esame -priorità e gratuità nell’accesso al Fondo di garanzia per le pmi.
35 MLN PER LE IMRPESE DANNEGGIATE – Sono previste agevolazioni afavore delle imprese danneggiate ubicate nei territoriinteressati dagli eventi sismici del 2016, incluse le impreseagricole. A tal fine, una quota di risorse, pari a complessivi 35milioni di euro, è trasferita dal Fondo per la ricostruzionedelle aree terremotate alle contabilità speciali dei Presidentidelle regioni interessate, in qualità di vice commissari. Icriteri di ripartizione e le modalità per la concessione dicontributi sono definiti con decreto, su proposta delle regioniinteressate.
PROMOZIONE TURISTICA – Al fine disostenere la ripresa delle attività economiche, viene attribuitaal Commissario straordinario il compito di predisporre unprogramma per la promozione e il rilancio del turismo neiterritori colpiti dagli eventi sismici del 2016. Tale programma èpredisposto, sentite le regioni interessate, in accordo con Enit- Agenzia nazionale del turismo, entro 90 giorni dalla data dientrata in vigore del decreto.
DA INAIL 30 MLN PER SICUREZZA IMMOBILI PRODUTTIVI – Una serie dimisure per assicurare la ripresa e lo sviluppo delle attivitàeconomiche in condizioni di sicurezza per i lavoratori neiterritori dei comuni colpiti dai recenti eventi sismici che hannointeressato l’Italia centrale. Le risorse finanziarie messe adisposizione per lo sviluppo di tali progetti ammontano a 30milioni di euro. Il comma 1 prevede, infatti, lo stanziamento di30 milioni di euro per la realizzazione di progetti diinvestimento e formazione nei settori della salute e dellasicurezza sul lavoro. Tali risorse dovranno essere trasferitedall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortunisul lavoro (Inail) alla contabilità speciale appositamenteistituita con il decreto in questione.
PRESTITI A TASSO ZERO PER LE PMI – Sono previsti interventi afavore delle micro, piccole e medie imprese nelle zone colpitedagli eventi sismici, sotto forma di finanziamenti agevolati atasso zero a copertura del cento per cento degli investimenti peril ripristino ed il riavvio di attività economiche e persostenere la nascita e la realizzazione di nuove imprese e nuoviinvestimenti. I finanziamenti agevolati a tasso zero a coperturadel cento per cento degli investimenti fino a 30 mila euro devonoessere rimborsati in 10 anni con un periodo di 3 anni dipreammortamento.
Sono inoltre previsti finanziamenti agevolati, a tasso zero, acopertura del cento per cento degli investimenti fino a 600 milaeuro, finalizzati a sostenere la nascita e la realizzazione dinuove imprese e nuovi investimenti nei territori dei Comuniinteressati dagli eventi sismici, nei settori dellatrasformazione di prodotti agricoli, dell’artigianato,dell’industria, dei servizi alle persone, del commercio e delturismo. Il rimborso dei finanziamenti è previsto in 8 anni conun periodo di 3 anni di preammortamento.
AREE INDUSTRIALI IN CRISI – Vienedisposta l’applicazione del regime di aiuto per le areeindustriali in crisi ai territori dei Comuni interessati daglieventi sismici, al fine di sostenere nuovi investimentiproduttivi e percorsi di sviluppo economico sostenibile. Conpropri decreti, il Ministero dello Sviluppo economico provvede adindividuare i Comuni in cui si applica la disciplina dellesituazioni di crisi industriale. L’applicazione del regime diaiuto è finalizzata a sostenere nuovi investimenti produttivi epercorsi di sviluppo economico nei predetti territori.
AIUTI A PARCHI GRAN SASSO E MONTI SIBILLINI – L’articolo 26esclude, per l’esercizio finanziario 2016, l’Ente parco nazionaledel Gran Sasso e Monti della Laga e l’Ente parco nazionale deiMonti Sibillini da alcuni vincoli di spesa previsti dallalegislazione vigente: Gli oneri calcolati in 127.000 euro,resteranno a disposizione dei predetti Enti parco nazionali.
INFRASTRUTTURE AMBIENTALI – Il Commissario straordinario vieneincaricato di predisporre e approvare, entro un anno, unprogramma delle infrastrutture ambientali da ripristinare erealizzare nei comuni colpiti, con particolare attenzione agliimpianti di depurazione e di collettamento fognario, nonché agliacquedotti.
MACERIE – L’articolo 28 interviene in materia di trattamento etrasporto del materiale derivante dal crollo parziale o totaledegli edifici, affidando al Commissario straordinario,nell’ambito del comitato di indirizzo e pianificazione previstodalla disposizione, il compito di predisporre e approvare ilpiano per la gestione delle macerie e dei rifiuti derivanti dagliinterventi di prima emergenza e ricostruzione oggetto del decretoin esame; si prevede sia sentita l’Autorità nazionaleanticorruzione. Si prevede che non costituiscono rifiuto i restidei beni di interesse architettonico, artistico e storico, nonchéquelli appartenenti all’edilizia storica.
CONTROLLI ANAC – E’ stata attribuitaal presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) unaserie di compiti di alta sorveglianza e garanzia dellacorrettezza e trasparenza delle procedure connesse allarealizzazione degli interventi di ricostruzione pubblica.Nell’esercizio di tali poteri l’Autorità si avvale di unaapposita Unità operativa speciale.
CORTE DEI CONTI – I provvedimenti di natura regolatoria edorganizzativa adottati dal Commissario straordinario sarannosottoposti al controllo preventivo della Corte dei conti. Siprevede qui che sui provvedimenti di natura regolatoria edorganizzativa del Commissario straordinario si eserciti ilcontrollo preventivo di legittimità da parte della Corte deiconti. Sono esclusi da tale controllo preventivo i provvedimentidel Commissario che abbiano natura gestionale.
FINO AL 2018 VIETATO LE SLOT – E’ vietata fino al 31 dicembre2017, nei Comuni colpiti dagli eventi simici, l’installazione dislot machine, videolottery e di altri apparecchi e congegni peril gioco lecito con e senza vincite in denaro.
STOP PER 6 MESI A BOLLETTE E CANONE RAI – La sospensione deitermini di pagamento delle fatture relative alle utenzelocalizzate nei comuni colpiti dal sisma con riferimento aisettori dell’energia elettrica, dell’acqua e del gas e per isettori delle assicurazioni, della telefonia e dellaradiotelevisione pubblica.
BUSTA PAGA PESANTE – E’ stato previstoche i sostituti d’imposta, ovunque fiscalmente domiciliati neiComuni del cratere, a richiesta degli interessati, non devonooperare le ritenute alla fonte a decorrere dal primo gennaio 2017e fino al 30 settembre 2017. La sospensione dei pagamenti delleimposte sui redditi mediante ritenuta alla fonte si applica perle ritenute operate sui redditi di lavoro dipendente e assimilatie sui compensi e altri redditi corrisposti dallo Stato. NeiComuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano eSpoleto, la possibilità di non operare le ritenute alla fonte èriservata ai singoli soggetti danneggiati.
VIGILI DEL FUOCO – E’ stabilito l’incremento del Fondo diamministrazione del personale non direttivo e non dirigente delCorpo nazionale dei vigili del fuoco per 2,6 milioni di euro perl’anno 2016, utilizzando le risorse destinate dal decreto entilocali all’assunzione di 400 vigili del fuoco, e destina 50milioni complessivi nel biennio 2016-2017 per ripristinare ilparco mezzi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e pergarantire il trasporto delle macerie del terremoto che ha colpitoil Centro Italia.
Rus/Int9

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su