Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ammortizzatori sociali, nelle Marche ok all’intesa territoriale

colonna Sinistra
Mercoledì 30 novembre 2016 - 14:09

Ammortizzatori sociali, nelle Marche ok all’intesa territoriale

Bravi: un pacchetto di misure attive per il lavoro

Roma, 30 nov. (askanews) – Le associazioni imprenditoriali e le organizzazioni sindacali hanno firmato, insieme alla Regione Marche, l’Intesa istituzionale territoriale sulla gestione delle proroghe degli ammortizzatori sociali: in particolare, ma non esclusivamente, per le aree di crisi previste dalla normativa vigente. L’accordo è stato raggiunto, nel tardo pomeriggio di ieri (martedì 29 novembre), a Palazzo Leopardi, al termine del Tavolo regionale degli ammortizzatori sociali, al quale partecipano anche i rappresentanti dell’Inps regionale, dell’Ebam (Ente bilaterale artigianato Marche) e di Italia Lavoro. L’accordo riguarda le aree di crisi complessa del Piceno e dell’Accordo di programma Merloni. Le somme disponibili sono quelle relative alla quota parte, per le Marche, dei 250 milioni di euro stanziati dal Governo nazionale – con la legge di stabilità 2016 – per rifinanziare gli ammortizzatori in deroga. Il trattamento di integrazione salariale in deroga può essere concesso per un massimo di tre mesi, impiegando il 50 per cento (invece del 5 per cento in precedenza previsto) delle risorse assegnata alla Regione per gli anni 2014, 2015, 2016 non ancora utilizzate. Questi stanziamenti possono essere impiegati, fino a esaurimento, entro il 31 dicembre 2016: entro la fine dell’anno i provvedimenti vanno avviati, ma potranno concludersi non oltre il 31 dicembre 2017.(Segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su