Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Gli italiani uccisi in Libia: indagato operation manager Bonatti

colonna Sinistra
Mercoledì 19 ottobre 2016 - 12:06

Gli italiani uccisi in Libia: indagato operation manager Bonatti

Accertamenti coordinati dalla Procura di Roma
20161019_120636_BBFE3E82

Roma, 19 ott. (askanews) – Omicidio colposo e violazione della legge sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in base all’articolo 2087 del codice civile. Per questa accuse è indagato Dennis Morson, operation manager della Bonatti spa, nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma sul sequestro in Libia dei tecnici italiani Salvatore Failla e Fausto Piano. Stamane i carabinieri del Ros-Antiterrorismo stanno svolgendo una serie di perquisizioni negli uffici della Bonatti, a Parma.

A parere degli inquirenti capitolini sono state omesse cautele per prevenire il rischio di sequestri di persona ed il trasferimento dall’Italia al compound della Mellitah Oil & Gas di Filippo Calcagno, Gino Pollicardo, Failla e Piano.

In pratica Morson – secondo l’ipotesi accusatoria della Procura di Roma – avrebbe cooperato per colpa al decesso di Piano e Failla omettendo di adottare le misure necessarie per tutelare l’incolumità fisica degli stessi durante il trasferimento in Libia.

A parere degli inquirenti della Capitale si è di fronte ad una ipotesi di concorso di cause indipendenti costituite da un lato dalle omissioni (senza le quali non vi sarebbe stato il sequestro) colpose della Bonatti. Le perquisizioni sono in corso mirano ad acquisire documentazione per ricostruire la responsabilità individuali della società e se siano state adottate idonee misure di sicurezza a tutela dei lavoratori.

Nav MAZ

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su