Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Consegnato Ambrogino d’oro a 18 nuovi maestri del lavoro milanesi

colonna Sinistra
Martedì 18 ottobre 2016 - 19:05

Consegnato Ambrogino d’oro a 18 nuovi maestri del lavoro milanesi

Assessore Tajani: "Laboriosità tratto distintivo della città"
20161018_190518_E029A503

Milano, 18 ott. (askanews) – Milano rende omaggio a diciotto cittadini che hanno dedicato lo propria vita al lavoro. Nella Sala Alessi di Palazzo Marino, l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani, insieme con il Console Provinciale della Federazione Maestri del Lavoro Alberto Mattioli, ha consegnato l’Ambrogino d’oro ai nuovi Maestri del Lavoro. A ricevere il riconoscimento sono stati Pier Lucio Enrico Anelli, Claudio Baffigi, Maurizio Benassi, Angela Bianchi, Mario Bisemi, Giuseppe Antonio Concolato, Enrica Rita Corelli, Flavio Menescardi, Gaetano Palumbo, Giorgio Paolucci, Demetrio Papagni, Lorella Pierucci, Rinaldo Augusto Serafini, Giuseppe Traversone, Cinzia Varago, Cinzia Vecchi, Vania Monica Vettorello e Roberto Zardinoni.

“I riconoscimenti, consegnati oggi – ha scritto in una nota l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani – sono il modo migliore per ricordare un tratto distintivo della città e dei suoi abitanti, la laboriosità. Uomini e donne che hanno dedicato la propria vita alla sviluppo professionale contribuendo in maniera determinante alla crescita di Milano, una città che lavora, produce, capace di crescere e rinnovarsi. Questa Amministrazione, insieme alle altre istituzioni, è impegnata ad attuare diversi progetti per offrire gli strumenti necessari per incentivare le imprese a creare nuova occupazione, perché il lavoro è l’elemento fondante di Milano”.

I diciotto milanesi sono stati insigniti della Stella al Merito del Lavoro conferita dal Presidente della Repubblica. Una decorazione che premia coloro che abbiano compiuto i 50 anni di età e abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per almeno 25 anni alle dipendenze di una o più aziende, distinguendosi per particolari meriti professionali, per aver migliorato l’efficienza con invenzioni o innovazioni nel campo tecnico produttivo, per aver contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza sul lavoro o per aver istruito e preparato le nuove generazioni nell’attività professionale.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su