Header Top
Logo
Sabato 15 Agosto 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Carlo di Borbone a Napoli per 300 anni nascita suo avo Carlo III

colonna Sinistra
Sabato 25 giugno 2016 - 11:30

Carlo di Borbone a Napoli per 300 anni nascita suo avo Carlo III

Il paese fu colpito dal sisma nel 1988
20160625_094452_6904949B

Napoli, 25 giu. (askanews) – In occasione dei 300 anni dalla nascita del suo avo, Carlo III, il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie (Duca di Castro e Capo della Real Casa) trascorrerà due giorni a Napoli per visitare luoghi significativi del passato della sua famiglia.

La visita è segnata da un impegno che il Principe annuncerà sul fronte della ricerca storica sul ruolo del Regno dei Borbone nel Mezzogiorno d’Italia. Carlo di Borbone ha promesso di concedere borse di studio ad allievi delle scuole superiori e delle università del Sud per ricerche sulla storia delle Due Sicilie. Un impegno particolarmente significativo in una fase di riscoperta e diffusione di verità storiche spesso sottaciute e non citate nella storiografia ufficiale. Domani, con la moglie Camilla Duchessa di Castro, Carlo di Borbone sarà a Nola, dove alle 10,30 la Famiglia Reale è stata invitata dal sindaco di Nola Geremia Biancardi per partecipare alla Festa dei Gigli (Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 2013) alla presenza del Vescovo di Nola, Monsignor Beniamino Depalma. La partecipazione alla tradizionale festa della città di San Paolino avviene nel segno della tradizione cristiana che ha unito i regnanti della dinastia borbonica ai popoli delle Due Sicilie. Con la nascita del Regno autonomo di Napoli, proprio Carlo di Borbone, nel 1735, fu ospitato a Nola durante il viaggio che lo avrebbe portato all’incoronazione a Palermo. Dopo 281 anni un Borbone Due Sicilie torna a Nola. In serata, alle 20.00, i principi Carlo e Camilla di Borbone, insieme con le figlie Maria Carolina Duchessa di Calabria e Maria Chiara Duchessa di Capri, visiteranno la Casina Vanvitelliana sul Lago Fusaro a Napoli, prestigioso sito borbonico che ospitò imperatori e musicisti di fama internazionale (da Mozart a Rossini). Il percorso, con una visita guidata e teatralizzata a lume di candela e con l’accompagnamento di alcuni musicisti del Teatro di San Carlo, si concluderà con la consegna simbolica delle chiavi della Casina. Lunedì 27 giugno, alle 10,30, la famiglia Borbone visiterà in forma privata il Museo del Tesoro di San Gennaro in via Duomo e nel centro antico di Napoli.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su