Header Top
Logo
Lunedì 21 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Raduno mondiale di Wikipedia porta fibra e wi-fi a Esino Lario

colonna Sinistra
Venerdì 17 giugno 2016 - 16:42

Raduno mondiale di Wikipedia porta fibra e wi-fi a Esino Lario

Evento in programmma dal 22 al 28 giugno in paese di 760 abitanti
20160617_164246_88691867

Milano, 17 giu. (askanews) – A Esino Lario, paese di 760 abitanti in provincia di Lecco, è iniziato il conto alla rovescia per l’inaugurazione di Wikimania 2016, il raduno mondiale di Wikipedia, che si svolgerà dal 22 al 28 giugno. Un evento, conquistato battendo la concorrenza di Manila, capitale delle Filippine, che ha già coinvolto nell’organizzazione l’intera comunità locale e portato in paese la fibra ottica, donata da sponsor privati. Un’infrastruttura che rimarrà e che consente oggi di coprire con il wi-fi gratuito tutta la parte principale del paese. In programma ci sono convegni, conferenze e seminari con l’obiettivo di produrre nuovi contenuti, sviluppare software e condividere esperienze e idee.

“Ciascuno sta facendo la propria parte, c’è chi sta anche imparando bene l’inglese, per accogliere al meglio le persone che verranno da tutto il mondo. Complimenti al sindaco di Esino Lario Pietro Pensa, a Iolanda Pensa, responsabile del progetto, che, come Davide, hanno vinto la sfida contro il gigante Golia” ha osservato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che andrà a Esino il 26 giugno per la festa di chiusura della conferenza vera e propria. La Regione ha contribuito investendo 300.000 euro nella riqualificazione della strada provinciale 65 e altri 200.000 euro nell’adeguamento del Palazzetto dello Sport e dell’ex cinema del paese.

“Vorrei che questo evento non finisse il 26 di giugno, ma che potesse essere l’inizio di una fase che vede Esino Lario protagonista sui temi del sapere, dell’innovazione. Vorrei che il paese potesse diventare il centro di eccellenza della Regione Lombardia sul tema del nuovo sapere e noi siamo disponibili a investire in questa direzione, a creare questo centro, a svilupparlo, perché diventi una sorta di Davos, un punto di riferimento” ha aggiunto il presidente lombardo, secondo il quale “è una cosa unica pensare che un paesino di montagna, sul lago, poco conosciuto, diventi il centro del mondo tra una settimana. E’ una cosa che mi riempie di orgoglio e, come me, tutti i cittadini lombardi e italiani”.

“Questo evento rappresenta davvero il nostro spirito – ha continuato Maroni -. Quello in base al quale non c’è nulla di impossibile, o meglio: in Lombardia non c’è nulla di impossibile. La Regione intende riconoscere questo risultato straordinario, abbiamo fatto la nostra parte per rendere possibile l’evento, ma dal giorno dopo la chiusura ragioniamo per rendere permanente questa esperienza, su come fare di Esino il riferimento, il centro del sapere. Le condizioni ci sono tutte”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su